L’ importo investito è di 350 mila euro, in fase di ultimazione quelli in via Tavernelle 

Sono terminati in questi giorni i lavori per il rifacimento e la messa in sicurezza di via San Paolo, un capitolo significativo del più ampio programma di riqualificazione delle infrastrutture stradali e di ripristino della viabilità finanziato attraverso un contributo di 2.030.000 euro all’interno del piano connesso all’ordinanza del Commissario Straordinario per la Ricostruzione nelle regioni dell’Emilia-Romagna, della Toscana e delle Marche facente seguito all’evento alluvionale dello scorso anno.  

La riapertura di via San Paolo, resa possibile grazie a un investimento di circa 350 mila euro, rappresenta dunque la conclusione di una fase di questo iter finalizzato alla riparazione della rete viaria danneggiata dalle piogge di maggio 2023.  

In parallelo, è in fase di completamento la messa in sicurezza di via Tavernelle (280 mila euro), nella zona di San Salvatore, che sarà riconsegnata nella sua nuova veste nel giro di pochi giorni. 

Contemporaneamente, sono state ultimate le operazioni di pulizia delle banchine del Porto Canale e proseguono gli interventi di sicurezza della pavimentazione, così come sono stati portati a termine i lavori per il ripristino di un tratto dei percorsi ciclopedonali al Parco XV Aprile ad opera di Anthea. L’intervento complessivo, in particolare, include anche la ricostruzione dei ponticelli in legno facilitando così l’attraversamento del fosso centrale e migliorando l’accessibilità e la fruibilità di questa preziosa area verde cittadina. Nell’ambito dello stesso piano di lavori, il Comune sta avanzando nell’elaborazione del progetto esecutivo per la sicurezza dei passaggi in via Consorziale, via del Poggio e via Buonanotte. Stesso discorso per l’intervento di messa in sicurezza di via Marignano, nella zona di Sant’Aquilina. Questo progetto, del valore di un milione di euro e con una durata prevista di 150 giorni, prevede la realizzazione di paratie di pali in cemento armato per consolidare la scarpata stradale compromessa, assicurando così la stabilità e la sicurezza del tracciato. 

“La sistemazione di via San Paolo e delle altre arterie extraurbane risponde alla necessità di riparare i danni subiti e, allo stesso tempo, al bisogno di dare seguito e gambe all’investimento del comune di Rimini in merito alla riqualificazione e al miglioramento delle aree interne – ha detto l’assessore comunale alle opere pubbliche, Mattia Morolli -. Lavori diffusi e capillari nel contesto di una pianificazione strategica volta a garantire una città più sicura, accessibile e vivibile per tutti.”