L’uomo ha minacciato anche il padre intervenuto in difesa del figlio e si è poi scagliato contro gli agenti

Nel pomeriggio del 2 aprile, personale della Polizia di Stato di Rimini ha tratto in arresto un cittadino straniero per i Reati di Rapina Impropria, Resistenza a Pubblico Ufficiale e Danneggiamento.

Nello specifico, alle ore 14.28 circa, giungeva una chiamata al 112 nella quale veniva segnalato un tentativo di furto di un monopattino ai danni di un bambino nei pressi di uno stabilimento balneare.

Giunti sul posto i poliziotti, constatavano la presenza di un soggetto in spiaggia che teneva a sé un monopattino ed urlava minacciando un altro uomo che era in compagnia di due bambini, mentre cercava di riprendere il monopattino in questione.

La persona che urlava, dopo aver notato i poliziotti, lasciava il monopattino e con indifferenza tentava di allontanarsi, prendendo una bicicletta lì per terra.

A questo punto, gli agenti raggiungevano l’uomo, che in quella circostanza risultava molto nervoso ed agitato, e lo bloccavano.

Un testimone lì presente nel frattempo riferiva ai poliziotti che il soggetto fermato, poco prima, aveva tentato di impossessarsi del monopattino del bambino, minacciando contestualmente anche il padre intervenuto in difesa del figlio.

In considerazione dei fatti accaduti, si procedeva all’arresto del soggetto straniero, il quale, vista la situazione, tentava la fuga e si scagliava contro i poliziotti colpendone uno alla spalla ed un altro con un calcio, oltre che l’autovettura di servizio.

L’uomo, con non poca fatica veniva accompagnato in Questura, in attesa del giudizio direttissimo.