Il progetto ha un costo complessivo di 580 mila euro di cui 150 mila euro finanziai dalla Regione

La spiaggia libera come luogo di tutti e per tutti, accogliente e senza barriere. Inizierà a prendere forma già dalle prossime settimane l’intervento destinato a rendere sempre più fruibile e inclusivo lo spazio di arenile di piazzale Boscovich, opera che rientra nel più ampio progetto ‘SpiaggiaLiberaTutti’ promosso dal Comune di Rimini con l’obiettivo di promuovere il turismo accessibile, aumentando servizi e strutture e sostenendo gli operatori.

Nella seduta di ieri la Giunta comunale ha dato il via libera al progetto esecutivo del primo dei due stralci di lavori, finanziato per 150 mila euro attraverso il contributo della Regione nell’ambito del programma istituzionale ‘In Emilia-Romagna c’è una vacanza per me’, a fronte di un investimento complessivo di 580mila euro.

Il progetto ‘SpiaggiaLiberaTutti’ e stato concepito per soddisfare le esigenze di tutti gli utenti,  compresi quelli con diversi tipi di disabilità (psichiche, sensoriali, motorie), pensando alle divers fasce di età. La spiaggia sarà organizzata per spazi dislocati in modo sequenziale e facilmente individuabili e segnalabili, tutti su pedana. Cosi come su pedana saranno i nuovi gazebo/ombrelloni, mentre gli ombrelloni degli utenti della spiaggia libera troveranno collocazione ovunque intorno ai gazebo, in un melange totalmente inclusivo. Il progetto permetterà a ‘tutti’, non solo di poter avere accesso, ma anche di poter fruire della spiaggia e poter vivere a pieno la stagione balneare a seconda delle proprie necessità.

Nello specifico questo primo lotto di lavori prevede la realizzazione di otto gazebi/ombrelloni, completati da altri tre gazebo che invece saranno spazi destinati ad attività e da un manufatto destinato a bagno e doccia. E’ previsto un gazebo relax su pedana all’ingresso della passerella per agevolare l’arrivo dall’esterno verso ”l’esperienza di vita balneare”, a vantaggio delle utenze emotivamente più sensibili. Il gazebo rappresenterà uno spazio calmo attrezzato con tende laterali, poltrone morbide, dotato di connessioni per musica e video ove le famiglie potranno prendersi una pausa di relax prima di iniziare la giornata in spiaggia o in qualsiasi momento in cui si renda necessario rilassarsi.

Sarà inoltre realizzata la pavimentazione che permetterà l’acceso alla spiaggia, ai servizi e al mare, per la quale saranno utilizzate mattonelle in pietra naturale, recuperate da materiali di recupero, che quindi oltre ad avere caratteristiche di resistenza e antiscivolo, sono anche completamente sostenibili. La pavimentazione sarà realizzata in diversi colori, con le piastrelle a fare da way finding intuitivo e dunque a creare percorsi per le diverse funzioni.

L’area coinvolta dal primo lotto dei lavori è quella a ridosso del lungomare a lato dell’ex Delfinario e gli interventi saranno realizzati sulla base delle tempistiche previste dai finanziamenti regionali, mantenendo sempre pienamente accessibile l’ingresso alla spiaggia e in modo da conciliarsi con la presenza e le attività degli utenti.  

A breve invece sarà pubblicato il bando per la realizzazione del secondo lotto, per un investimento di ulteriori 430mila euro a carico del Comune di Rimini, che andrà a completare l’intervento attraverso la realizzazione di un secondo percorso su pedana con altri gazebo/ombrelloni, spazi per relax e attività ludiche e ampliando l’accesso alla spiaggia. Parallelamente si lavorerà anche per individuare le modalità di servizio e di gestione della spiaggia e delle attività di assistenza e formazione.

Il Progetto “In Emilia-Romagna c’è una vacanza per me” prevede parallelamente anche attività di sviluppo dell’offerta turistica accessibile ed inclusiva attraverso tirocini lavorativi per persone con disabilità.

“Si compie il primo passo di un progetto che si inserisce in un programma di ripensamento dei luoghi della città e dei servizi turistici, con l’obiettivo di offrire alla comunità e ai visitatori spazi che siano naturalmente inclusivi – commenta l’Amministrazione Comunale – Procederemo con questo primo step di opere, in modo da rispondere alle tempistiche previste dai finanziamenti regionali e cominciando l’intervento già prima dell’avvio della stagione balneare previsto nell’ordinanza dell’Emilia Romagna, che già ci permetterà di avere un’idea di come sarà la nuova spiaggia libera: libera dalle barriere e libera di essere a disposizione di chiunque”.