Sirene blu della Polizia (foto di repertorio)

Grazie al tempestivo intervento della Polizia di Stato, è stato trovato quasi immediatamente con la mano tagliata probabilmente dal vetro infranto

Nella nottata tra venerdì e sabato, la Polizia di Stato di Rimini ha tratto in arresto un cittadino straniero per il reato furto aggravato.

Verso le ore 3 del mattino, un cittadino residente nella zona di Viserba contattava il numero il 112 poiché stava vedendo un uomo infrangere il vetro di una gastronomia nelle vicinanze della sua abitazione.

L’uomo, dopo essere entrato nel locale, ne usciva pochi minuti dopo allontanandosi a piedi di fretta verso la direzione del mare. Nel frattempo, giungevano sul posto le Volanti della Questura che, in attesa del proprietario del negozio, perlustravano le zone limitrofe notando un soggetto che, alla vista della volante, cambiava strada allontanandosi di fretta. A questo punto i poliziotti decidevano di effettuare un controllo all’uomo il quale aveva vistose ferite da taglio ad una mano con fuoriuscita di sangue, con ogni probabilità dovuta alla rottura del vetro.

Il soggetto portava uno zaino al cui interno custodiva un cacciavite, uno scalpello ed un coltello. Inoltre, all’interno di una tasca del pantalone, aveva 20 euro probabilmente prelevata dal registratore di cassa dell’esercizio, all’interno del quale il proprietario ne aveva accertato la mancanza.

Considerati i fatti, veniva accompagnato in Questura dove, oltre ad essere arrestato per il reato di furto aggravato, veniva denunciato per possesso ingiustificato di chiavi false o grimaldelli, ed associato alle camere di sicurezza in attesa dell’udienza di convalida e del successivo rito direttissimo.