Studenti (foto di repertorio)

Al Teatro degli Atti il confronto con i campioni, previsto nel progetto “Giusti fra le nazioni”

Sono arrivate a 260 le iscrizioni degli studenti che giovedì prossimo – 14 marzo – incontreranno al Teatro degli Atti due grandi campioni come, il rugbysta Maxime Mbanda, e il campione riminese di motociclismo, Marco Bezzecchi. Un evento organizzato per il progetto dei “Giusti fra le nazioni”, nell’ambito delle Attività di Educazione alla Memoria del Comune di Rimini.

Le studentesse e gli studenti, che nella mattinata di giovedì prossimo, riempiranno il Teatro degli Atti provengono da diverse scuole di Rimini, come la secondaria di primo grado “Aurelio Bertola”, la Media Statale “E. Fermi”. E le scuole superiori: Ragioneria “Istituto tecnico economico statale Roberto Valturio” e l’Alberghiero “IPSEOA Sigismondo Pandolfo Malatesta”.

In particolare, il progetto educativo sui “Giusti” quest’anno verte sul tema dello sport e degli sportivi come esempio di solidarietà, coraggio e eroismo. In quest’ottica è inserito l’incontro con i due grandi campioni, Maxime Mbanda, rugbysta, e Marco Bezzecchi, campione riminese di motociclismo. Entrambe figure di spessore, sia nella carriera che nella loro vita, che quella mattina dialogheranno con i ragazzi sui temi della responsabilità individuale, del fairplay e dell’impegno a favore dei più deboli. Un’iniziativa che ha lo scopo di unire l’insegnamento storico con storie contemporanee ed esplorare come lo sport possa trasmettere modelli positivi che possano sensibilizzare le giovani generazioni.
Saranno presenti la vicesindaca, Chiara Bellini, l’assessora Francesca MatteiLaura Fontana, Responsabile dell’Attività Educazione alla Memoria e Daniele Susini, coordinatore del progetto sui Giusti. L’incontro è stato organizzato in collaborazione con l’Istituto per la storia della Resistenza e dell’Età contemporanea della provincia di Rimini e con l’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra Onlus – Sezione Prov.le Rimini.

Un’iniziativa che rientra nel cartellone delle attività di Educazione alla Memoria del Comune di Rimini, che per l’ottavo anno consecutivo vuole valorizzare la memoria e la conoscenza della figura dei “Giusti tra le Nazioni”. Il progetto infatti è iniziato il 12 gennaio scorso e ha visto i ragazzi coinvolti già in otto incontri, tra gennaio e febbraio, con focus sullo sport. Sport, inteso come possibilità di competizione che permette di mettere alla prova i propri limiti, ma allo stesso tempo rappresenta un importante strumento di educazione al rispetto dell’altro e delle regole condivise, alla correttezza e onestà e al superamento della sconfitta.
Per l’anno 2023/24 in particolare sono stati pensati due momenti formativi distinti. Il primo è un percorso storico/didattico, che ha visto la partecipazione di Daniele Susini, Patrizia De Luca e la vicesindaca Chiara Bellini. Il secondo è una formazione di tipo artistico/letteraria, seguita dal musicista Alfredo D’Alessandro.
Il progetto, dopo l’appuntamento di giovedì, proseguirà poi con un momento conclusivo, previsto per il mese di maggio, quando i ragazzi presenteranno una canzone da loro stessi elaborata in chiave letteraria e musicale.