Una delle opere di Liverani

Venerdì 8 marzo, ore 20. Visita guidata da suor Maria Gloria Riva

A Santarcangelo, nella chiesa di Sant’Agata, detta la Fabbrica, sono custodite numerose opere del ceramista romagnolo Giulio Liverani (1935-1997). Piccole e grandi sculture, tra cui le stazioni della Via Crucis, coloratissime e intense, che saranno al centro della visita guidata di venerdì 8 marzo alle ore 20, condotta da suor Maria Gloria Riva.

Appassionata di arte e studiosa di Sacra Scrittura, Patristica e spiritualità, suor Riva nella spiegazione delle opere si farà condurre dalle domande dei bambini della parrocchia.

Lo scultore Giulio Liverani

Nato nel 1935 a Modigliana (provincia di Forlì-Cesena), Giulio Liverani è stato ordinato sacerdote nel 1958. La sua vita è stata segnata dalla passione per l’arte e dalla volontà di contrastare povertà e ingiustizie. Come missionario si trasferisce in America Latina, condividendo l’umile esistenza delle popolazioni locali, nonché le persecuzioni delle dittature. E in Brasile, ad Aquidabà, troverà la morte nel 1997.

A don Giulio Liverani è stato dedicato un volume con un ricco apparato iconografico, “Lo splendore della Verità nella vita e nelle opere di Giulio Liverani” scritto da Franco Staccoli e Giancarlo Moretti, con prefazione di Massimo Donà, pubblicato da Pazzini Editore nel maggio 2022.

La visita guidata di venerdì 8 marzo, a cura di suor Maria Gloria Riva, è a ingresso libero.