Alcuni operai al lavoro (foto di repertorio)

Questi si aggiungono a quelli delle aziende private, per i sotto servizi e a quelli regionali per la ricostruzione dei territori alluvionati

Si estende in diverse aree del territorio comunale il piano degli asfalti che partirà a breve e che, nei prossimi 100 giorni, consentirà la riqualificazione su 12 strade, individuate dal Comune di Rimini in aggiunta ad altre, scelte per le riqualificazioni dopo i lavori dei privati ai sotto servizi e per la ricostruzione dei territori alluvionati. 

La pianificazione dei lavori per un nuovo manto stradale in diverse vie del territorio comunale è stata definita dando priorità agli interventi nei quartieri sopra la statale 16. Nei prossimi tre mesi questi lavori si concentreranno in 12 aree, come prevede il progetto per i lavori di risanamento conservativo e funzionale della viabilità nel Comune di Rimini (anno 2023 – 2^ intervento). 

Un progetto parte dalla zona nord di Rimini, a monte della Statale 16, dove le strade individuate sono: via Longana, via Maiano, via del Rivo e via delle Cascine. Il piano della riqualificazione delle asfaltature si estende poi anche in via Roncona (zona aeroporto), via C. Alessandrini (traversa di via della Fiera), via della Grotta Rossa, via E. Bruschi a Viserbella, via del Pino (zona via Covignano), via Quarto dei Mille a Miramare, via N. Sauro a Marina Centro e viale Don Minzoni a Viserba. 

Interventi che in particolare riguardano la riqualificazione e la messa in sicurezza di strade individuate dai tecnici del Comune, tra quelle che necessitano di manutenzione ordinaria, per un degrado delle pavimentazioni stradali. Questo “secondo intervento” dei lavori di risanamento conservativo e funzionale della viabilità (anno 2023) è finanziato con risorse del Comune per un importo pari a 587 mila euro. 

Oltre a questo importante programma di riqualificazione, nei prossimi cento giorni sono previste altri tipi di riasfaltature complete, come quelle a Viserba, in via Dante di Nanni e via Salvo d’Acquisto. Interventi previsti nell’ambito dei ripristini (di secondo tempo) realizzati da aziende private.

Lavori che si devono aggiungere anche a quelli previsti dai finanziamenti concessi dal piano degli interventi straordinari per la ricostruzione dei territori alluvionati, erogati dalle regioni Emilia Romagna e Marche. Grazie a questi contributi infatti come noto, nei mesi di marzo e aprile, verranno riqualificate anche le vie San Paolo (progetto da 350 mila euro) e Tavernelle (progetto da 280 mila euro).

Ricordiamo che sempre in queste settimane – a completamento dei lavori di riqualificazione dei marciapiedi di P.le C. Battisti – è prevista un nuovo tappeto d’asfalto anche nella corsia lato monte che ha direzione RA/AN. 

“Stiamo parlando di un programma di riqualificazioni corposo – precisa l’assessore ai Lavori Pubblici, Mattia Morolli – che rientra nel piano annuale della manutenzione ordinaria degli asfalti, programmati per questa primavera, per i quali verranno rifatti i tappeti d’asfalto in 12 zone del territorio comunale, scelte prestando particolare attenzione anche ai quartieri sopra la statale 16. Interventi a cui si aggiungono i consueti ripristini della pavimentazione stradale, per la posa di condotte e cavidotti da parte dei privati e le importanti riqualificazioni per la ricostruzione dei territori alluvionati. Ricordiamo poi che tutti queste riqualificazioni anticipano il piano che verrà eseguito nei mesi di maggio e giugno, quando eseguiremo i lavori di asfaltatura delle strade che sono interessate dal passaggio del Tour de France.”