Si prevede una prima chiusura parziale dal 18 marzo a metà aprile e una chiusura totale da metà aprile a fine aprile 

Un rinnovato passaggio pedonale e ciclabile che collega in modo più armonico e sicuro il mare e la città. Più verde, rampe di accesso più larghe e più lunghe e una nuova illuminazione: avanzano i lavori propedeutici di Rete Ferroviaria Italiana per la realizzazione del progetto di miglioramento dell’accessibilità pedonale e ciclabile del ‘sottopasso Grattacielo’.

La riqualificazione del sistema di accessi al sottopasso Principe Amedeo ha l’obiettivo principale di abbattere le barriere architettoniche allo scopo di renderlo accessibile a ciclisti e disabili e risolvere i problemi di sicurezza legati al transito di pedoni e biciclette in sede promiscua. In dettaglio gli interventi prevedono il completo rifacimento delle rampe di accesso al sottopasso con la creazione a monte e a mare di rampe continue con pendenza compresa tra il 5 e l’8%.

Lato mare è prevista la realizzazione di un nuovo sistema di accesso, costituito da due rampe di scale (rispettivamente presso via Monfalcone e viale Rodi) per l’accesso pedonale ed una rampa dedicata al transito di persone portatrici di disabilità e ciclisti a mano. Lato monte le scale esistenti saranno sostituite da una rampa continua per l’abbattimento delle barriere architettoniche, con andamento tale da raccordarsi con i marciapiedi di recente riqualificazione di piazzale Cesare Battisti angolo Corso Giovanni XXIII. Tale sistemazione consentirà un inserimento architettonico per indirizzare i flussi di utenti provenienti dalla stazione verso il sottopasso ed al contempo una ottimizzazione degli spazi.

Le nuove opere saranno armonizzate nel contesto urbano con la realizzazione di nuovi spazi verdi/aiuole per complessivi circa 300 metri quadrati. In particolare, l’area precedentemente occupata dall’edicola sarà finita a verde e completata con elementi di arredo urbano per una maggior fruibilità pubblica.

Il progetto prevede inoltre interventi per il miglioramento della sicurezza quali il potenziamento dell’impianto di illuminazione con dispositivi di ultima generazione, sia all’interno che nelle aree di accesso esterne ed un impianto di videosorveglianza.

Il piano dei lavori è diviso in due macro attività, lato mare e lato città, in modo tale da poter ridurre al minimo la chiusura del sottopasso per il quale si prevede una prima chiusura parziale (verrà indicativamente dimezzata la larghezza del tunnel, ma le persone potranno continuare a passare in entrambe le direzioni) dal 18 marzo a metà aprile e una chiusura totale da metà aprile a fine aprile per consentire le lavorazioni contemporanee su entrambi i fronti e la realizzazione di opere provvisionali interferenti. Dalla fine di aprile il sottopasso riaprirà al transito e i lavori di RFI proseguiranno senza necessità di chiusura per la stagione estiva. Dopo la stagione estiva i lavori si sposteranno sul lato monte, per concludersi entro l’avvio della stagione estiva 2025.

“Un sistema di accessi – commenta l’amministrazione comunale – per ricucire in modo più armonico, più verde e soprattutto senza barriere architettoniche le due zone strategiche della città separate dalla ferrovia. Una volta terminati, i lavori di riqualificazione del sottopasso di Viale Principe Amedeo consentiranno a tutti una miglior raggiungibilità pedonale e ciclabile dell’ hub stazione, del centro cittadino e del mare integrato con la rete di piste ciclabili appena riqualificate nella zona di Piazzale Cesare Battisti e in raccordo anche con la progettazione dell’estensione del Metromare fino alla Fiera”