(Shutterstock.com)

L’ arresto della Polizia di Stato

Nella mattinata di mercoledì, personale della Polizia di Stato di Rimini ha tratto in arresto un cittadino straniero, irregolare sul territorio italiano, in quanto destinatario dell’aggravamento della misura cautelare degli arresti domiciliari.

Nello specifico, alle ore 13.00 circa, un equipaggio dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura, dopo accurate ricerche, rintracciava il soggetto presso il garage di un’abitazione privata, che lo straniero utilizzava per nascondersi all’insaputa della proprietaria.

La persona in questione, nello scorso mese di agosto 2021, si era resa responsabile di un grave fatto per il quale, dopo approfondite indagini condotte dalla Squadra Mobile della Questura di Rimini, era stata deferita all’Autorità Giudiziaria per il reato di tentato omicidio in concorso con altri.

In particolare, in una notte dell’estate 2021, all’interno di un locale della zona Bellariva di Rimini (poi chiuso dal Questore di Rimini, a causa di questi fatti) era scoppiata una furiosa rissa tra gruppi di stranieri nella quale tre di questi erano stati accoltellati, di cui uno in maniera gravissima. 

Per tali fatti lo straniero avrebbe dovuto trovarsi agli arresti domiciliari dai quali, tuttavia, si era allontanato da molto tempo, provocando l’aggravamento della misura cautelare nei suoi confronti da parte dell’Autorità Giudiziaria che ne ha stabilito la custodia in carcere.

In considerazione dei fatti accaduti, il soggetto veniva tradotto presso la locale Casa Circondariale.