L'interno di un cimitero (foto di repertorio)

Nel 2024 previsto anche l’avvio dei lavori ai cimiteri di San Vito, Corpolò e San Martino Monte L’Abate

In questi giorni, la Giunta comunale ha dato il via libera al progetto di fattibilità tecnica ed economica definitivo, denominato “Manutenzione dei cimiteri del Forese. Anno 2020. Cimitero San Lorenzo in Correggiano”. Un’importante opera di riqualificazione strutturale e messa in sicurezza del luogo di culto di San Lorenzo, inclusa nel programma triennale dei lavori 2020/2022.

L’intervento, di natura strutturale, in particolare prevede il consolidamento e il restauro delle mura perimetrali antiche, mediante sottofondazioni di micropali, cordoli di collegamento e innesti nella muratura esistente. A questo si aggiunge anche l’intervento sui colombari lato est, dove è necessario, anche in questo caso, il consolidamento con l’utilizzo di micropali, riparazioni delle lesioni murarie e ulteriori opere di rinforzo strutturale sugli intonaci. Il progetto include infine anche la cappella cimiteriale, dove sono previsti interventi sia di tipo strutturale, finalizzati al rinforzo del solaio di copertura, sia interventi di rifacimento e restauro degli elementi di finitura, manto di copertura, soffitti, intonaci, tinteggiature, infissi e pavimentazioni.
Il progetto, approvato con un costo complessivo di circa 472 mila euro, sarà affidato entro l’estate per il conseguente inizio dei lavori.

Sempre in riferimento alle riqualificazioni dei luoghi di culto situati a monte della statale 16, come noto, nei mesi scorsi è stato dato il via anche ad altre manutenzioni straordinarie: nei cimiteri di San Vito e Corpolò, per i quali è stato approvato il progetto esecutivo per un importo totale di 100 mila euro, con consegna dei lavori prevista entro ottobre di quest’anno.
Le attività per il Cimitero di Corpolò, in particolare, interessano la parte nuova e riguardano il rifacimento dei marciapiedi di collegamento fra i corpi loculi, diversi consolidamenti strutturali e ripristini edili nell’area delle tombe di famiglia.  Per quanto riguarda il Cimitero di San Vito, invece, avrà luogo il rifacimento della pavimentazione e dei camminamenti interni.

Quest’anno, inoltre, avranno inizio anche gli interventi di ristrutturazione/riqualificazione del Cimitero di San Martino Monte L’Abate relativi alla parte storica, per i quali è stato ottenuto il parere della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini. Tali interventi – anch’essi affidati ad Anthea nel mese di dicembre 2023, per un importo complessivo di 175 mila euro – saranno finalizzati al ripristino delle facciate dei colombari storici, al rifacimento delle guaine di copertura e all’eliminazione di una barriera architettonica con la realizzazione di una rampa per un accesso più inclusivo. Di pari passo, si procederà con il rifacimento del vialetto centrale e la pulizia dei muretti.