Controlli della Polizia Locale (foto di repertorio)

Il bilancio dei controlli della Polizia Locale nel fine settimana

Nei guai un giovane conducente di un veicolo, che ha proseguito nonostante l’alt della pattuglia, guidando nonostante la patente fosse sospesa per guida in stato d’ebbrezza. Fermato, dopo un breve inseguimento, è risultato ancora positivo all’alcol test. Sanzionato secondo quanto disposto dal Codice della Strada con la revoca della patente di guida e la denuncia penale.

Avevano provato a fermarlo in via Tripoli, durante il corso dei controlli fatti dalla Polizia Locale di Rimini nella notte fra venerdì e sabato. Ma il giovane conducente di un veicolo non si è fermato all’alt imposto dalla paletta degli agenti in borghese della squadra Giudiziaria e ha pensato di proseguire la corsa per fermarsi poco più avanti – in piazza Marvelli – e provare a scambiarsi di posto con la persona che era seduta nel lato passeggero. Raggiunto quasi subito dalla pattuglia è risultato non in possesso del titolo di guida, in quanto già sospesa dallo scorso novembre per guida in stato d’ebbrezza. Sottoposto alla prova dell’etilometro è risultato ancora positivo, facendo registrare allo strumento il valore di 1,33 grammi per litro.
Nei suoi confronti gli agenti hanno dovuto procedere con la revoca della patente di guida, come dispone l’art. 218 del Codice della Strada, con il fermo del veicolo per tre mesi e la prescritta denuncia penale all’Autorità Giudiziaria ai sensi dell’art. 186 (comma 2 Lett. B).

È solo uno dei tanti controlli fatti alla circolazione stradale, dagli agenti nei servizi di venerdì notte, eseguiti fra via Mantova, via Tripoli e via Giordano Bruno, in cui sono stati fermati e sottoposti all’alcoltest circa una dozzina di veicoli. Tra questi 5 sono stati sanzionati ai sensi dell’art. 186 (c. 2 Lett. B) che prevede il ritiro immediato della patente di guida, la decurtazione di 10 punti dalla patente e la denuncia in stato di libertà all’autorità giudiziaria.

Durante il fine settimana è stata denunciata a piede libero anche una persona (classe 99) sorpresa in attività di spaccio dagli agenti del Nucleo di Sicurezza Urbana nella zona di Miramare. Il giovane è stato notato dagli agenti in borghese mentre tentava di vendere alcune dosi a un’altra persona. Intervenuti per l’identificazione, dalla successiva perquisizione è emerso che il 25 enne nascondeva 8 dosi di eroina, un bilancino e un coltello. L’uomo, a cui è stato sequestrato tutto il materiale rinvenuto, non era in regola con il permesso di soggiorno, è stato denunciato a piede libero con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti e possesso di armi atte a offendere.