Due agenti della polizia locale (foto di repertorio)

L’operazione da parte della Polizia Locale di Rimini. Dalla perquisizione domiciliare il sequestro di 280 grammi di sostanze stupefacenti

È stato tratto in arresto ieri sera un uomo, classe 78, trovato in una via del centro storico con alcune dosi di sostanza stupefacente. Dalla successiva perquisizione domiciliare sono stati sequestrati 280 grammi di sostanze stupefacenti, suddivisi in panetti. Alcuni di essi erano confezionati con l’involucro di un noto snack merenda.

Stava passeggiando in coppia, in una via del centro storico, fumando marijuana. Al passaggio della pattuglia, impegnata in un servizio di contrasto allo spaccio, gli agenti lo fermano per la consueta richiesta dei documenti e l’identificazione. È a questo punto che il 45enne consegna spontaneamente altre dosi agli agenti in borghese della squadra di Polizia Giudiziaria. Ma durante il controllo, si mostra molto particolarmente agitato, reagendo con un comportamento  sospetto. Tanto che gli agenti ritengono di richiedere una perquisizione domiciliare, che poco dopo viene autorizzata dal Magistrato di turno.

Sospetti che sono stati confermati in quanto dalla perquisizione domiciliare è emerso che il 45enne nascondeva nello studio, circa 40 grammi di marijuana, suddivisa in tre barattoli di vetro e, su un mobile della scrivania, in una scatola di plastica erano presenti circa 240 grammi di hashish, suddivisi in diversi panetti. Alcuni di questi erano ben confezionati con la carta dei “Mars”. Le finte barrette del noto snack, contenevamo panetti di hashish da 50 grammi, al posto del prodotto alimentare di cioccolato.

A conclusione dell’indagine, l’uomo è stato posto agli arresti domiciliari nella propria abitazione, in attesa del processo per direttissima. Questa mattina comparirà davanti al Giudice del Tribunale di Rimini con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti.