Due calciatori in campo (foto di repertorio)

Il progetto realizzato dall’associazione sportiva dilettantistica Professional Camp Ricchiuti & Scotti nell’ambito di una convenzione  con l’Amministrazione comunale 

Un nuovo manto erboso, spogliatoi e impianti di illuminazione e di irrigazione rinnovati per il campo da calcio di via Lagomaggio, al centro di un progetto di riqualificazione inserito nel programma di potenziamento dell’impiantistica sportiva di quartiere avviato dall’Amministrazione Comunale.   

Il progetto nasce dalla proposta dell’associazione sportiva dilettantistica Professional Camp Ricchiuti & Scotti, che nell’ambito di una convenzione con l’Amministrazione comunale si farà carico degli interventi di ammodernamento, a fronte della gestione per i prossimi cinque anni dell’impianto da calcio, che rimarrà comunque a disposizione della comunità, garantendo l’utilizzo per le scuole, per le società che già utilizzano il campo e mettendolo a disposizione per altre attività di pubblico interesse per la città.  

Questa collaborazione si poggia su una normativa ad hoc – il Decreto Legislativo n.38/2021 –  che prevede che le associazioni e le società sportive senza fini di lucro possano presentare ai Comuni un proprio progetto di riqualificazione e gestione di un impianto, purché sia riconosciuto da parte dell’ente il pubblico interesse della proposta, e cioè un utilizzo teso a favorire l’aggregazione e l’inclusione sociale e giovanile. In questo caso l’ente può procedere all’affidamento gratuito dell’impianto all’associazione per una durata non inferiore a cinque anni.  

Nell’ultima seduta la Giunta comunale ha riconosciuto gli aspetti di pubblico interesse del progetto presentato dall’associazione sportiva, che così si concretizza:  

– la messa a disposizione in forma gratuita dell’impianto a favore delle scuole, di ogni ordine e grado durante ogni anno scolastico dalle ore 8.00 alle ore 13.30;  

– l’obbligo di garantire alle associazioni e società sportive che hanno maturato ad oggi il diritto di prelazione per allenamento o campionato l’utilizzo dell’impianto con l’applicazione delle stesse tariffe d’uso comunali; 

– l’obbligo di ospitare a titolo gratuito per un massimo di 10 giorni ad anno solare attività sportive organizzate anche da soggetti privati su segnalazione e richiesta del Comune; 

– l’adesione al progetto comunale Borsa di sport attraverso la messa a disposizione di 10 corsi annuali gratuiti a beneficio di bambini di età compresa fra i 6 e i 9 anni 

– la collaborazione con associazioni dedite alla valorizzazione e all’inclusione nello sport dei diversamente abili.  

Con il riconoscimento del pubblico interesse della proposta si apre quindi il percorso che porterà come secondo step all’approvazione del progetto di riqualificazione dell’impianto. Il piano di opere, del valore complessivo di circa 85mila euro, comprenderà l’adeguamento degli spogliatoi (abbattimento delle barriere architettoniche, impermeabilizzazione della copertura),  il rifacimento del manto erboso al naturale e del sistema di irrigazione, il rinnovo dell’impianto di illuminazione, attraverso la sostituzione dei corpi illuminanti attuali con nuovi di ultima generazione a led, più sostenibili dal punto di vista ecologico e prestazionale.  

A seguito dell’approvazione del progetto, si procederà con l’affidamento a titolo gratuito per cinque anni dell’impianto sportivo (che  comprende a carico del privato anche l’attività di manutenzione ordinaria). L’obiettivo è di completare l’affidamento prima dell’estate. 

“Credo si tratti di un’operazione virtuosa, dove l’interesse del pubblico ben si interseca con gli obiettivi del privato, in questo caso un’associazione sportiva che si occupa della formazione dei giovani – sottolinea l’assessore allo Sport Moreno Maresi – La convenzione, seguendo i dettami del decreto legge, esplicita in maniera chiara come l’affidamento della gestione alla Professional Camp Ricchiuti & Scotti nasca con l’obiettivo di ampliare l’utilizzo dell’impianto, che negli orari mattutini rimarrà a disposizione delle scuole della zona e che nel pomeriggio potrà essere utilizzato dalle due società che attualmente lo impegnano, sia per gli allenamenti sia per le partite di campionato, versando al privato la stessa tariffa che il Comune chiede per gli impianti che gestisce direttamente, ad ulteriore garanzia di equità. Questo a fronte di un importante investimento da parte del privato, società che fa a capo a due ex capitani della Rimini Calcio, che consentirà la riqualificazione e il potenziamento di un impianto oggi non adeguato”.