Piazza Tre Martiri (foto di repertorio)

L’assessora alle politiche giovanili, Francesca Mattei: “Una bella occasione di impegno civico e crescita personale” 

Nell’ambito del bando per la selezione di operatori volontari da impiegati in progetti afferenti a programmi di intervento di Servizio Civile Universale, c’è tempo fino a giovedì 15 febbraio 2024 (entro le ore 14.00) per candidarsi al progetto ‘Comunità coese e solidali’ per il quale il Comune di Rimini ha messo a disposizione un posto presso il Servizio non autosufficienza per i ragazzi tra i 18 e i 28 anni interessati a vivere un’esperienza nella pubblica amministrazione, partecipando attivamente alla promozione delle politiche per l’assistenza sociale e per l’inclusione. 

‘Comunità coese e sociali’, in particolare, si pone l’obiettivo di facilitare l’inclusione sociale di persone con fragilità (soggetti con disabilità, minori e giovani in condizione di disagio), concorrendo alla realizzazione del programma “Inclusione e Partecipazione in Emilia-Romagna”. 

Perchè la nostra città continui a essere una comunità coesa e attenta ai bisogni plurali di tutti i suoi cittadini, ha bisogno anche e soprattutto del contributo e dello sguardo delle nuove generazioni perchè la costruzione della Rimini del domani si sviluppi dando spazio e protagonisto alla loro sensibilità e visione – è il commento dell’assessora alle politiche giovanili, Francesca Mattei -. Per questo, invito tutte le ragazze e i ragazzi a informarsi sul bando del Servizio Civile ed eventualmente a candidarsi, così da unirsi a noi in questo percorso, una bella occasione di impegno civico e, allo stesso tempo, di crescita personale”.  

Requisiti di partecipazione: 
 
Per partecipare alla selezione, come previsto dall’art. 14 del decreto legislativo 6 marzo 2017, n. 40, è richiesto al giovane il possesso dei seguenti requisiti: 
 

  1. cittadinanza italiana, oppure di uno degli altri Stati membri dell’Unione Europea, oppure di un Paese extra Unione Europea purché il candidato sia regolarmente soggiornante in Italia; 
  2. aver compiuto il diciottesimo anno di età e non aver superato il ventottesimo anno di età (28 anni e 364 giorni) alla data di presentazione della domanda; 
  3. non aver riportato condanna, anche non definitiva, alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo oppure ad una pena, anche di entità inferiore, per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, oppure per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata. 
  4. I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio. 

Possono inoltre presentare domanda di Servizio le operatrici volontarie ammesse al Servizio civile in occasione di precedenti selezioni e successivamente poste in astensione per gravidanza e maternità, che non hanno completato i sei mesi di servizio, al netto del periodo di astensione, purché in possesso dei requisiti di cui ai precedenti articoli. 
 
Modalità di presentazione della domanda: 

Gli aspiranti operatori volontari dovranno produrre domanda di partecipazione, indirizzata direttamente all’ente titolare del progetto prescelto, esclusivamente attraverso la piattaforma DOL all’indirizzo domanda online.serviziocivile.it. 
 
Per accedere ai servizi di compilazione e presentazione domanda sulla piattaforma DOL occorre che il candidato sia riconosciuto dal sistema. I cittadini italiani residenti in Italia o all’estero possono accedervi esclusivamente con credenziali SPID di livello di sicurezza 2. I cittadini di Paesi appartenenti all’Unione europea e gli stranieri regolarmente soggiornanti in Italia, se non avessero la disponibilità di acquisire lo SPID, potrebbero accedere ai servizi della piattaforma DOL attraverso apposite credenziali da richiedere al Dipartimento, secondo una procedura disponibile sulla home page della piattaforma stessa. I cittadini non appartenenti all’Unione Europea regolarmente soggiornanti in Italia al momento della presentazione della domanda online devono obbligatoriamente allegare, oltre ad un documento di identità valido, anche il permesso di soggiorno in corso di validità o la richiesta di rilascio/rinnovo dello stesso. 
 
È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto e un’unica sede, da scegliere tra i progetti elencati negli allegati al presente bando e riportati nella piattaforma DOL. 
 
Le domande devono essere presentate esclusivamente nella modalità online sopra descritta, entro e non oltre le ore 14.00 del giorno 15 febbraio 2024. Oltre tale termine il sistema non consentirà la presentazione delle domande. Le domande trasmesse con modalità diverse non saranno prese in considerazione. 
 
Il giorno successivo alla presentazione della domanda, il sistema di protocollo del Dipartimento invia al candidato, tramite posta elettronica, la ricevuta di attestazione della presentazione con il numero di protocollo e la data e l’orario di presentazione della domanda stessa. In caso di errata compilazione, è consentito annullare la propria domanda e presentarne una nuova fino alle ore 14:00 del giorno precedente a quello di scadenza del presente bando. 
 
Criteri e modalità di selezione dei volontari: 
 
Gli aspiranti volontari sono tenuti ad informarsi su modalità, tempi e luoghi di selezione presso l’ente che realizza il progetto prescelto. 
 

Almeno 10 giorni prima dell’avvio delle procedure selettive, che sono effettuate in lingua italiana, l’Ente pubblica sul proprio sito il calendario di convocazione ai colloqui. La pubblicazione del calendario ha valore di notifica a tutti gli effetti di legge e il candidato che, pur avendo inoltrato la domanda, non si presenta al colloquio nel giorno stabilito senza giustificato motivo è escluso dalla selezione per non aver completato la procedura.