(foto di repertorio)

Durante i controlli effettuati in zona stazione ferroviaria sono scattate le manette ai polsi anche per spaccio di droga

In occasione delle festività sono stati intensificati i controlli presso la zona della stazione ferroviaria di Rimini che in questo periodo risulta essere meta di molti turisti viaggiatori. I controlli sono stati eseguiti anche grazie all’ausilio dei cani antidroga della Polizia di Stato del Reparto Cinofili di Bologna.

Nello specifico, nelle prime ore del pomeriggio del 19 dicembre, la Polizia di Stato di Rimini ha proceduto nei confronti di un giovane straniero traendolo in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Invece, nelle ore serali è stata tratta in arresto una cittadina brasiliana per resistenza a pubblico ufficiale e denunciato in stato di libertà per danneggiamento ed oltraggio a pubblico ufficiale.

Alle ore 14.10 circa, una volante della Questura di Rimini sottoponeva ad un controllo un ragazzo. Il soggetto è stato trovato in possesso di sostanza stupefacente, del tipo hashish, per un peso di 53.56 grammi, suddivisa in dosi. Gravato da precedenti, è stato tratto in arresto.

Qualche ora dopo, una volante impegnata nel controllo dei soggetti presenti nella zona, è stata avvicinata da una donna che urlava contro gli agenti, minacciandoli. La donna si posizionava davanti all’auto di servizio chiedendo di essere investita, afferrando nell’occasione il tergicristallo posteriore rompendolo. Inoltre, reiterava la sua condotta anche nell’auto e anche quando giunta in Questura.

In considerazione dei fatti accaduti i due soggetti sono stati tratti in arresto. In totale, dai controlli effettuati venivano ritrovati e sequestrati, occultati in alcune aiuole, circa 300 gr di sostanza stupefacente.