I poliziotti nel corso di un normale servizio di pattugliamento di vigilanza stradale, non avevano esitato ad intervenire in soccorso di un conducente colto da malore durante alla guida

Nella giornata di sabato scorso, all’interno dell’aula magna dell’Istituto Statale di Istruzione Secondaria Superiore “Tonino Guerra” di Novafeltria, alla presenza di circa 200 studenti, il sindaco del Comune di Novafeltria, Stefano Zanchini ha premiato, Cristian e Simone, i due poliziotti del Distaccamento Polizia Stradale di Novafeltria che il 6 ottobre scorso avevano salvato la vita ad un conducente colto da improvviso malore.

I poliziotti nel corso di un normale servizio di pattugliamento di vigilanza stradale non avevano esitato ad intervenire in soccorso di un conducente di un autocarro che, colto da malore durante alla guida, si era accasciato privo di sensi sul volante fuoriuscendo dalla sede stradale andando in un canale di deflusso acqua.

I due agenti avevano messo in sicurezza il conducente, intuendo subito che lo stesso era stato colto da un arresto cardio circolatorio. Grazie alla procedura di rianimazione praticata dai poliziotti, portata avanti fino all’arrivo dei sanitari, l’uomo è stato salvato e stabilizzato prima di essere portato in ospedale per le cure del caso.

Nel corso della cerimonia ai due agenti della Polizia di Stato è stato consegnato un attestato di stima e gratitudine per l’operato ed il sindaco ha voluto condividere tale momento con i giovani studenti per evidenziare l’importanza del senso del dovere e del sentimento di altruismo per il bene della comunità che da sempre contraddistingue gli appartenenti alle forze dell’ordine.

Nel corso della cerimonia il sindaco del Comune di Novafeltria ha voluto inoltre sensibilizzare i giovani studenti sull’importanza della conoscenza delle pratiche di rianimazione BLS e BLSD prendendo come esempio proprio l’evento che ha visto protagonisti i due Agenti della Polizia di Stato.  

Alla cerimonia hanno partecipato inoltre numerose autorità civili e militari, tra cui anche il Vice Questore Dr. Marco Coralli in rappresentanza del Dirigente del Compartimento Polizia Stradale Emilia Romagna che ha voluto evidenziare come il caso in esame sia un esempio di efficienza delle Istituzioni ed in particolare della Polizia di Stato.