(Shutterstock.com)

A far scattare l’allarme la 23enne riminese dopo le minacce ricevute dal 32enne

Nella notte di ieri, 12 novembre, i Carabinieri della Sezione Radiomobile del NOR, della Compagnia Carabinieri di Rimini, hanno tratto in arresto in flagranza del reato di divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa, un 32enne.

L’intervento era stato richiesto, tramite il numero di emergenza 112, dalla persona offesa, una donna riminese 23enne, che alle 4 circa aveva incrociato l’ex fidanzato il quale le si avvicinava chiedendole di parlare nella speranza di riprendere la loro relazione. Avendo però ricevuto il rifiuto della ragazza di riallacciare il rapporto e avendo compreso che il suo tentativo sarebbe stato vano, l’uomo ha cominciato a minacciare la giovane.

I militari della Sezione Radiomobile, giunti sul posto, si sono subito diretti in soccorso della donna prima che la situazione potesse degenerare e, all’esito dei controlli, hanno preso atto del provvedimento dell’autorità giudiziaria con il quale si disponeva l’allontanamento dalla giovane già vittima di tali atteggiamenti da parte del 32enne.