I lampeggianti di una volante (foto di repertorio)

I poliziotti rinvenivano nello zaino dello straniero una felpa danneggiata, priva della placca antitaccheggio e un pacco di calze dal valore complessivo di 80 euro

Tenta di rubare della merce da un negozio presso il centro commerciale “Le Befane” ma viene sorpreso dagli addetti alla sicurezza: arrestato dalla Polizia di Stato. 

Nel pomeriggio del 28 ottobre, la Polizia di Stato di Rimini ha tratto in arresto un cittadino straniero irregolarmente presente sul territorio nazionale, per il reato di rapina e denunciato per il reato di porto abusivo di oggetti atti ad offendere. 

Nello specifico, alle 18.30 circa, giungeva una chiamata al 112 nella quale veniva segnalato un soggetto che aveva tentato di asportare della merce da un negozio sito all’interno del centro commerciale “le Befane”. 

I poliziotti, giunti prontamente sul posto prendevano contatti con il richiedente, il quale riferiva che poco prima l’addetto alla vigilanza aveva fermato un soggetto che dopo essere entrato in un camerino con della merce, usciva con la stessa tra le mani oltre ad avere una pinza di colore rosso del tipo utilizzata per rimuovere le placche antitaccheggio. L’uomo vistosi sorpreso occultava la merce all’interno del proprio zaino e tentava di darsi alla fuga spintonando e aggredendo verbalmente l’addetto alla sicurezza. I poliziotti rinvenivano nello zaino dello straniero una felpa danneggiata, priva della placca antitaccheggio e un pacco di calze dal valore complessivo di 80 euro.

In considerazione dei fatti accaduti, il soggetto veniva tratto in arresto e sottoposto al giudizio direttissimo a seguito del quale gli veniva applicata la misura cautelare del Divieto di dimora.