telecamera di videosorveglianza (foto di repertorio)

L’obiettivo è mirare alla tutela della zona a traffico limitato del centro storico 

Il Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti ha trasmesso all’Amministrazione Comunale l’autorizzazione all’installazione del sistema di controllo automatizzato degli accessi alla nuova zona a traffico limitato e area pedonale urbana del centro storico di Rimini. Con l’ottenimento del via libera ministeriale, si potrà quindi procedere con l’iter che porterà all’attivazione degli impianti di videsorveglianza a tutela dell’area del centro storico, sulla base del nuovo perimetro già individuato e approvato dalla Giunta, ad allargare quello già precedentemente protetto da videosorveglianza, attivata nel 2008.   

La nuova Ztl, operativa tutto l’anno, prevede tredici varchi funzionanti con orari differenti. Rispetto all’assetto precedente, il nuovo perimetro si amplia a via D’Azeglio e via Bastioni Occidentali (da Via Bonsi fino a Largo Unità d’Italia) a protezione delle riqualificate piazza Malatesta e piazzetta San Martino.  

Nello specifico, la nuova regolamentazione prevede:  

– Via Trai, Via Marecchia, Viale Tiberio, Corso Giovanni XXIII, chiusa al traffico dalle ore 0.00 alle ore 24;    

– Corso d’Augusto intersezione con Via Bastioni Settentrionali dalle ore 20.30 alle ore 7.30 del giorno successivo;   

– Corso d’Augusto dopo intersezione con Via Ducale dalle ore 7.30 alle ore 20.30;    

– Via XII Giugno, Via Dante, Via Castelfidardo, Via Bertani, Via d’Azeglio, via Bastioni Meridionali dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 16.00 alle ore 19.30;   

– Via Michele Rosa dalle ore 9.00 alle ore 12.00   

– Via Ducale dalle ore 20.30 alle ore 7.30 del mattino successivo.    

Confermata anche la pedonalizzazione del Ponte di Tiberio e di viale Tiberio, nel tratto da Via San Giuliano (esclusa) a Via Marecchia (compresa). Per quanto riguarda via Michele Rosa, la regolamentazione terrà conto anche delle necessità connesse alla realizzazione dei lavori che interesseranno il mercato coperto.   

Il percorso che porterà all’attivazione della Ztl del centro storico ricalcherà quanto fatto per l’entrata in funzione quest’estate del sistema di controllo nel Parco del Mare nord. Nei prossimi mesi sarà condotta una campagna informativa mirata, attraverso lettere  ed incontri, per sollecitare accompagnare l’entrata in esercizio della ztl e sollecitare i cittadini aventi diritto a richiedere i permessi necessari ad accedere all’area. A differenza del lungomare nord, nel caso del centro storico e del Borgo San Giuliano si è già in fase più avanzata, in quanto resteranno validi i permessi già rilasciati ed è già iniziata la digitalizzazione dei pass.   

In parallelo questo periodo sarà necessario all’Amministrazione per completare l’installazione delle telecamere di videosorveglianza sulla base dell’autorizzazione ministeriale appena ricevuta e per predisporre le ordinanze specifiche che regolamenteranno l’accesso alla Ztl.   

Una volta concluso il rilascio delle autorizzazioni e predisposti i varchi nel loro assetto definitivo, il sistema di controllo entrerà in funzione con una prima fase di pre-esercizio – così come avvenuto per il Parco del Mare nord – presumibilmente entro il primo semestre del prossimo anno.   

Con il via libera del Ministero, l’Amministrazione può dunque avviare le azioni necessarie all’entrata in funzione del sistema di controllo alla nuova zona a traffico limitato e area pedonale del centro storico. Un processo semplificato alla luce delle procedure per il rilascio dei permessi digitalizzati già introdotte per l’attivazione della Ztl a Rimini Nord e dell’esperienza maturata quest’estate nella gestione del nuovo sistema.