Sirene blu della Polizia (foto di repertorio)

L’uomo è stato portato in ospedale dove, dopo essere stato sottoposto ad accertamenti, è risultato positivo sia all’alcool test che agli stupefacenti

Nelle prime ore del pomeriggio di domenica scorsa, personale della Polizia di Stato di Rimini ha tratto in arresto un cittadino italiano per il reato di Resistenza a Pubblico Ufficiale.

Alle ore 15.15 una volante ha raggiunto viale Regina Elena presso un esercizio commerciale, poiché al 112 era arrivata una chiamata nella quale veniva segnalato un uomo molesto che aggrediva, con toni minacciosi, il proprietario ed alcuni avventori del ristorante.

Giunti sul posto, il richiedente indicava ai poliziotti il soggetto in questione, che, ancora lì presente e in un evidente stato psicofisico alterato, continuava con il suo atteggiamento aggressivo che aveva adottato con il proprietario del ristorante ed i clienti, inveendo contro gli agenti intervenuti, tentando di colpirli ripetutamente. 

Prima di essere tratto in arresto, l’uomo è stato portato in ospedale dove, dopo essere stato sottoposto ad accertamenti, è risultato positivo sia all’alcool test con un tasso alcolemico di 3,12 g/L, che agli stupefacenti.

In considerazione dei fatti accaduti, l’uomo è stato portato in Questura e nella data odierna sottoposto al giudizio direttissimo, a seguito del quale gli veniva applicata la misura dell’ obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per tre volte a settimana.

Inoltre, il soggetto è stato deferito in stato di libertà per i reati di oltraggio a Pubblico Ufficiale e rifiuto di indicazione sulla propria identità personale.