La resa grafica del progetto

Presentato da Rimini Gest, parte del gruppo Club del Sole, per la riqualificazione dei bagni da 11 a 16 di Viserba. L’armonia con il Parco del Mare 

Le demolizioni sono già iniziate per fare spazio a quello che sarà un nuovo maxi-stabilimento balneare di Viserba, che si estenderà lungo oltre 350 metri di fronte mare. Prosegue la trasformazione della spiaggia riminese grazie al nuovo progetto pilota di riqualificazione approvato ieri dalla Giunta comunale che coinvolgeranno tutta l’area delle spiagge antistanti il Rimini Family Camping Village, cioè le aree in concessione 11, 12, 13, 14 e 16 in via Toscanelli, che eliminando barriere ed edifici diventeranno un unico moderno stabilimento balneare integrato con tre strutture principali: due blocchi dedicati ai diversi servizi per i clienti, dalle cabine alle aree giochi, e un bar e ristorante, che saranno realizzati usando lo stesso linguaggio compositivo e gli stessi materiali, con prevalenza di legno e la scelta di colori caldi.  

Il progetto, curato dallo studio di architettura Landi, comprenderà lo sviluppo anche un’importante area verde che si estenderà tra gli spazi per i clienti e gli ombrelloni, creando un filtro tra le due fasce. Tutti i percorsi pedonali saranno realizzati in legno, dall’accesso alla spiaggia, fino alle passerelle che conducono a riva. Elementi, dunque, che saranno coordinati con le linee architettoniche e le scelte che contraddistinguono il nuovo Parco del Mare nord.

“Questo nuovo progetto pilota offre uno stimolo importante alla rigenerazione dell’arenile di Rimini nord, andando ad ammodernare una porzione di spiaggia che si estende per un fronte mare, lungo oltre 350 metri – sottolinea l’assessora al Demanio Roberta Frisoni – e dà continuità agli interventi già completati e in corso promossi da diversi operatori balneari compresi tra Rivabella e Torre Pedrera. A differenza però delle opere realizzate ad oggi, questo ultimo progetto pilota si differenzia non solo perché coinvolge un’area molto più ampia, ma soprattutto perché si sviluppa non su arenili di proprietà private ma su spiagge in concessione. Una scommessa da parte della società Club del Sole, che di recente ha già promosso la riqualificazione del camping village di via Toscanelli, e che ha deciso di investire anche nella rigenerazione del comparto balneare”.