Bambino a scuola (foto di repertorio)

L’ assessore comunale e Presidente del Distretto di Rimini Kristian Gianfreda: “a Rimini uno sportello ad hoc per informare e affiancare le famiglie”

In Provincia di Rimini si stima che, su una popolazione scolastica di 48001 alunni, 2862, ovvero il 6% del totale, siano portatori di un disturbo specifico dell’apprendimento (Dsa). La rilevazione è fornita dall’ufficio scolastico regionale e pone davanti un quadro  in linea con quello regionale. Il 77,9% delle segnalazioni è stato rilasciato dal servizio pubblico, mentre il rimanente 22,1% dal servizio privato.  

“Questa panoramica – spiega l’Assessore alla protezione sociale del Comune di Rimini, Kristin Gianfreda – evidenzia un aumento considerevole delle diagnosi e una diffusione significativa dei DSA, in linea con le previsioni anche a livello internazionale. Un numero così elevato di studenti con DSA coinvolge una moltitudine di persone, a partire da famiglie, scuole, SSN fino a centri specializzati, associazioni e professionisti”.  

Per affiancare famiglie, ragazzi e coloro che, direttamente e indirettamente, devono convivere con questa difficoltà a livello distrettuale è attivo lo Sportello DSA (Duversi Stili di Apprendimento) che ha l’obiettivo l’obiettivo di fornire sostegno i nuclei familiari con diagnosi di DSA, riducendo le situazioni di incertezza e di incomprensione, e di diffondere la cultura dell’autonomia negli apprendimenti. La prima domanda che le famiglie rivolgono, successivamente ad una diagnosi, è: ‘e ora cosa faccio?’. Lo sportello, gestito da EduAction APS in collaborazione con la Neuropsichiatria infantile, responsabile della fase diagnostica, è finalizzato appunto a fornire alle famiglie tutte le indicazioni e metterle in rete con professionisti, centri qualificati, genitori che vivono la stessa situazione. Un aiuto trasversale che riguarda anche il dialogo scuola-famiglia. 

Negli scorsi giorni, l’Assessore comunale Gianfreda, nonché Presidente del Distretto socio sanitario di Rimini, ha preso parte a un incontro di presentazione del ‘Ruota della grammatica’, uno strumento all’interno del PAA messo a punto dagli specialisti dello Sportello DSA.  

“La ruota della grammatica – spiega Gianfreda – è uno strumento pensato, progettato e realizzato da un bel gruppo di persone (professionisti, insegnanti, volontari) dell’associazione EduAction APS per fornire uno strumento a supporto di ragazzi e ragazze cui è stato diagnosticato un disturbo dell’attenzione, per studiare quella materia così ostica per tanti. Lo sportello DSA guida e supporta gli studenti con DSA e le loro famiglie attraverso un percorso di conoscenza e consapevolezza. Le attività dello sportello si integrano efficacemente con il Servizio Pubblico grazie ai Piani di Zona e al Servizio Sanitario, creando una bella sinergia di cui sono grato a tutti. Fiammetta, Stefania, Antonio animano quotidianamente lo sportello a supporto di genitori e figli, fornendo quel sostegno e quella vicinanza fondamentale a tenere unita una comunità, a superare la diffidenza verso ciò che ci appare minimamente diverso e differente.”.