Un albero caduto lungo un sentiero

Agli escursionisti si raccomanda prudenza, alcuni tratti potrebbero restare chiusi

La neve caduta copiosa negli ultimi giorni, unita alla pioggia che, conseguentemente, l’ha resa pesante, ha danneggiato pericolosamente il patrimonio arboreo sammarinese causando la rottura di rami, branche e la caduta di piante. Un grave danno ambientale che ha compromesso autoveicoli in sosta e creato ostacoli al traffico su strada. Le temperature sopra lo 0 C° e la pioggia copiosa stanno favorendo lo scioglimento rapido della neve ma la preoccupazione dei tecnici AASLP è che lungo i versanti più ripidi, che a volte sono anche i più fragili (es. Sentiero della Rupe che per lunghi tratti si trova sotto “costoni di roccia”), la coltre bianca possa aver portato a valle non solo piante (o porzioni di tronchi e rami) ma anche pezzi di sentiero. Vi è inoltre l’ipotesi che abbia smosso sassi e terra fino a coprire interi tratti di percorso e che questo processo possa verificarsi anche nei giorni a venire. I tecnici di AASLP si sono attivati per monitorare “percorribilità e sicurezza” dei percorsi anche se nel breve periodo, risulta complesso intervenire per rimuovere tutti gli ostacoli.  Non appena la situazione migliorerà si interverrà per ripristinare almeno gli itinerari più frequentati e per mettere in sicurezza, quelli che ad oggi risultano fragili affinché possano tornare percorribili. Qualora qualche percorso dovesse risultare gravemente danneggiato e non sarà possibile intervenire sarà doveroso chiuderlo. Si confida nella comprensione che gli escursionisti avranno a riguardo. A tutti gli escursionisti si raccomanda di affrontare le loro camminate sempre adeguatamente equipaggiati con l’attrezzatura di sicurezza e di procedere sugli itinerari e sui sentieri con tutte le prudenze e precauzioni possibili.