Coni arancioni deposti lunga la strada per segnalare i lavori in corso (foto di repertorio)

Ecco come cambia la circolazione nella fase di avvio dei lavori

Dal 30 gennaio prendono il via le modifiche alla viabilità dovute all’avanzamento di due cantieri sulla Statale Adriatica nell’ambito degli interventi iniziati quasi un anno fa per mandare in pensione gli ultimi semafori. Il terzo cantiere, quello più importante e che vedrà la realizzazione della maxi rotatoria all’incrocio con la Consolare San Marino, prenderà il via il 6 febbraio.

Da lunedì entrano dunque nel vivo le opere in carico ad Autostrade per l’Italia sull’Adriatica, che si concentreranno contemporaneamente su due sottopassi, quello per la realizzazione dell’attraverso ciclopedonale tra la Statale 16 e via della Fiera e quello per il completamento del sottopasso all’incrocio via Montescudo/Coriano – con una nuova viabilità per via Metauro e via Coriano – opera già in fase di esecuzione e decisiva per migliorare l’accessibilità verso il centro di chi vive e lavora nelle zone a monte della statale (il dettaglio degli interventi a questo link: https://storymaps.arcgis.com/stories/3ba3a2a534ae4b88b3cbdd6f2e031f5c).

La Polizia municipale sarà impegnata in prima linea per la gestione della viabilità che accompagnerà questa fase di cantieri, sarà garantita la presenza di più pattuglie della Polizia Locale sia in orario mattutino sia pomeridiano e, nel caso l’avanzamento dei cantieri lo richiedesse, anche durante il turno serale con l’impiego di almeno una trentina di agenti ogni giorno a copertura dei due turni di servizio. Sarà posizionata segnaletica informativa sulle strade in avvicinamento ai cantieri interessati con percorsi consigliati.

Per illustrare le fasi dei lavori e gli impatti sulla viabilità, l’amministrazione comunale terrà il prossimo 1 febbraio (ore 20.30 nella sala della Parrocchia Villaggio Primo Maggio, Via Montescudo 30) un incontro pubblico al quale saranno presenti l’assessora alla mobilità Roberta Frisoni, l’assessore ai lavori pubblici Mattia Morolli, il Rup di Autostrade per l’Italia David Giorgetti, il dirigente infrastrutture e qualità ambientale del comune di Rimini, Alberto Dellavalle e il dirigente del settore mobilità Carlo Michelacci, incontro che fa seguito a quello che si è tenuto martedì scorso alle scuole Bertola.

Dal 30 gennaio una nuova viabilità per via Metauro e via Coriano

In corrispondenza dei lavori per la realizzazione del sottopasso ciclopedonale che collega il parco di via Santerno con il percorso ciclopedonale previsto lungo via Coriano, verranno realizzati lavori di adeguamento della viabilità di Via Coriano in corrispondenza dell’incrocio con Via Metauro che consentiranno di dare maggiore sicurezza alla circolazione stradale inibendo la svolta a sinistra da via Metauro su via Coriano.

I lavori per la nuova viabilità si svolgeranno in 4 fasi con modifiche della viabilità in base allo stato di avanzamento dei lavori. Durante le prime tre fasi l’accesso alla via Coriano dalla rotatoria Ss16 sarà interdetto al traffico. Dal 30 gennaio al 3 febbraio, la via Coriano sarà chiusa in entrambi i sensi di marcia dalla rotatoria Ss 16 fino alla rotatoria Rodriguez. Nel tratto non interessato dai lavori sarà consentito il transito esclusivamente ai residenti e agli utenti diretti alla Ausl (Colosseo). Questi ultimi in uscita dovranno effettuare la svolta a sinistra. I veicoli provenienti dalla Via Coriano direzione monte-mare giunti all’altezza della rotatoria Tirso (quella davanti al GROS) potranno:

-proseguire diritto, girare verso destra alla rotatoria Rodriguez, verso mare (direzione via Flaminia oppure alla rotatoria davanti all’INPS tornare indietro per riprendere la S.S.16);

oppure

-girare a sinistra in Via Tirso, alla rotatoria con la Via Montescudo girare a destra sulla Via Montescudo girare in Via Metauro poi girare a sinistra su via Coriano verso mare.

Anche i veicoli provenienti da Via Montescudo direzione monte-mare dovranno girare sulla via Metauro poi girare a sinistra sulla via Coriano verso mare.

In questa fase sulla Via Montescudo direzione mare-monte, sarà temporaneamente chiuso l’accesso alla Via Metauro. I veicoli provenienti dalla Ss16 o dalla rotatoria saranno convogliati sulla corsia direzione mare-monte.

> Sottopasso via della Fiera, dal 30 gennaio a fine giugno il traffico sarà incanalato nella bretella provvisoria a tre corsie

Da lunedì la viabilità subirà delle modifiche anche in corrispondenza dei lavori all’altezza del tratto della Statale 16 con via della Fiera per la costruzione del nuovo sottopasso ciclopedonale che manderà in pensione il semaforo attuale a servizio dell’attraversamento pedonale a raso, che genera frequenti rallentamenti al traffico veicolare sulla strada statale Adriatica.

La costruzione del nuovo sottopasso ciclopedonale prevede un cronoprogramma suddiviso in tre diverse fasi temporali, anche grazie all’entrata in esercizio del nuovo bypass che devia parte del traffico in transito in quel punto sulla Statale 16.

Dal 30 gennaio inizieranno le operazioni per spostare il traffico alla nuova configurazione, che fino alla fine di giugno sarà distribuito su tre corsie totali di cui 2 dedicate al traffico veicolare in direzione Riccione e 1 corsia dedicata al traffico veicolare in direzione Ravenna.

Con il procedere delle lavorazioni verrà poi attivata una nuova corsia ripristinando due flussi veicolari per senso di marcia (2 direzione Ravenna – 2 direzione Riccione) in variante. Una volta completate le rampe lato monte, sarà dismesso il bypass ed il traffico sulla Statale Adriatica verrà ripristinato come prima dell’opera, cioè con 2 + 2 flussi per senso di marcia. Una volta attivato il sottopasso ciclopedonale verrà rimosso l’attraversamento pedonale provvisorio posto ora a nord della rotatoria di via della Fiera.