Il rendering dell'asilo Peter Pan

Ieri l’incontro con le famiglie per l’illustrazione del progetto e delle soluzioni didattiche previste nel periodo di realizzazione dell’intervento 

Partiranno entro l’autunno 2023 i lavori per la realizzazione del nuovo asilo nido “Peter Pan” a Viserba, un progetto finanziato con i fondi del Pnrr – il costo complessivo previsto dell’opera di 2.558.400 euro –  e prevede la sua demolizione e ricostruzione sulla stessa sede di via Sacramora. L’inizio lavori è un termine temporale inderogabile secondo le recentissime disposizioni del Ministero dell’Istruzione, che aggiornano l’accordo di concessione originario, rimodulando –  di fatto, con una minima  proroga –  il cronoprogramma dei lavori finanziati nell’ambito del PNRR.  

Il progetto del nuovo asilo nido “Peter Pan”  

Il progetto che interessa l’asilo nido “Peter Pan” di Viserba prevede la demolizione e ricostruzione con ampliamento della struttura esistente in via Sacramora. Con l’ampliamento previsto si arriverà ad una implementazione che porterà ad 84 posti disponibili, incrementando così l’offerta di servizi 0-2. Gli spazi saranno in relazione con quelli della vicina scuola materna il Galeone, realizzando un nuovo, grande, moderno polo scolastico integrato che oltre ad essere contenitore di gioco e didattica potrà diventare anche spazio di aggregazione del quartiere. Il costo complessivo dell’opera è di 2.558.400 euro.  

La nuova struttura scolastica sarà realizzate adottando le ultime e più avanzate tecnologie costruttive, utilizzando materiali di bioedilizia, perseguendo i più elevati standard di sicurezza sismica e le migliori prestazioni energetiche, a consumo quasi zero (near zero energy building), modello che l’Amministrazione sta perseguendo per ogni nuova costruzione.  

Per ottemperare alle nuove tempistiche indicate dal Ministero, il Comune di Rimini sta riorganizzando per chi frequenta l’asilo ‘Peter Pan’ le sedi da utilizzare in alternativa durante lo svolgimento dei lavori, in base al criterio della massima prossimità alla sede interessata, dovendo anche traslare l’avvio delle iscrizioni dall’11 al 25 gennaio 2023. 

Ieri sera l’incontro con i genitori  

Temi che sono stati al centro dell’incontro di ieri sera, a Viserba, tra l’Amministrazione comunale (rappresentata dalla vicesindaca con delega alle politiche educative, Chiara Bellini, il dirigente ai servizi educativi e il coordinatore pedagogico) e i genitori.   

“L’obbiettivo – ha spiegato la vicesindaca Chiara Bellini – è quello di dare continuità all’attività pedagogica, garantendo la migliore soluzione transitoria possibile, che ci permetta, grazie all’occasione storica unica dei fondi del Pnrr, di avere a breve un nido completamente nuovo e in linea con i più elevati standard di sicurezza, impatto ambientale e qualità degli spazi interni ed esterni. Una struttura che, di fatto, creerà il presupposto per un polo educativo integrato con la vicina scuola dell’infanzia, elevando non solo il numero dei posti disponibili ma, in generale, tutti gli standard ambientali. Abbiamo ascoltato i genitori e indicato loro le proposte alternative concrete su cui l’Amministrazione sta già lavorando per fare in modo che, nel periodo interessato dai lavori, le famiglie possano continuare ad usufruire dello stesso servizio nelle immediate vicinanze dell’attuale sede”.