Due mezzi della Polizia di Stato (foto di repertorio)

Scattato anche il foglio di via obbligatorio dal comune di Rimini

Nel primo pomeriggio di mercoledì, il personale della Polizia di Stato ha tratto in arresto due cittadini italiani, per tentato furto aggravato in concorso.

I fatti risalgono alle 13.40 quando, una volante è stata inviata presso un esercizio commerciale di via Nuova Circonvallazione poiché al 112 – è arrivata una chiamata nella quale venivano segnalati un uomo ed una donna che avevano tentato di asportare della merce dall’interno del negozio. 

I poliziotti, giunti immediatamente sul posto, ha saputo dall’addetto alla vigilanza che poco prima nel negozio era entrata una coppia che prelevava della merce dagli scaffali cercando di nasconderla nella borsa e sotto la maglia, per un valore poi accertato corrispondente a 613 euro.

I due, seguiti a vista dal vigilante, sono stati fermati subito dopo aver oltrepassato le barriere ant-itaccheggio, che tra l’altro non si erano attivate perché i due avevano staccato le relative placche.

Una volta fermata, la coppia ha ammesso di aver prelevato della merce, estraendo poco dopo su richiesta del poliziotto anche quella nascosta sotto il maglione.

Quindi, in considerazione dei fatti accaduti i due sono stati tratti in arresto e, sottoposti in mattinata odierna al giudizio direttissimo, a seguito del quale gli è stata prescritta la misura dell’obbligo di dimora nel comune di residenza. Inoltre, il Questore di Rimini ha emesso nei loro confronti il provvedimento del foglio di via obbligatorio dal comune di Rimini.