(foto di repertorio)

Ieri sera il consiglio comunale di Riccione, in apertura una “sedia rossa vuota” per dire NO alla violenza sulle donne.

Variazione urgente al bilancio di previsione e sottoscrizione al patto dei sindaci per il clima. Sono due dei temi all’ordine del giorno del consiglio comunale che si è svolto ieri sera.

Il consiglio comunale si è aperto con le parole del presidente Simone Gobbi sulla Giornata contro la violenza alle donne del 25 novembre.

“Questa sera abbiamo messo al centro della sala una sedia rossa vuota, con sopra un libro che sta a significare il nostro No alla violenza sulle donne.  Solamente nel 2022 in Italia abbiamo già avuto 80 vittime di donne, con una media di una donna uccisa ogni tre giorni. Dati preoccupanti che non vanno sottovalutati. Il Comune di Riccione ha pensato di realizzare per il 25 novembre diverse iniziative di sensibilizzazione: da una live performance con la lettura di poesie all’inaugurazione di una panchina rossa fino all’importante taglio del nastro della mostra fotografica a Villa Mussolini”.

PATTO DEI SINDACI SUL CLIMA

Con la seduta di ieri sera il Consiglio comunale ha inoltre approvato all’unanimità il “Nuovo Patto dei sindaci: Approvazione del piano d’Azione per l’energia sostenibile e il clima (PAESC)”. Un passo avanti per la realizzazione del “Paesc”, con chiari obiettivi di riduzione delle emissioni di gas serra fissati al 2030 attraverso una riduzione dei consumi energetici e una sempre maggior produzione di energia da fonti rinnovabili.

Il nuovo Patto adotta gli obiettivi europei di riduzione delle emissioni al 2030 e propone un approccio integrato nell’affrontare i temi della mitigazione e all’adattamento con il quale il Comune di Riccione si impegna sia a ridurre le proprie emissioni di Co2 e di gas climalteranti di almeno il 40% entro il 2030, con le previsioni del “Paesc” in approvazione che vanno oltre e prevedono di arrivare ad una riduzione del 55%, sia ad aumentare la resilienza ai cambiamenti climatici dei propri territori.

VARIAZIONE DI BILANCIO

Nella seduta consiliare di ieri sera è stata approvata – con 16 voti favorevoli, 6 contrari e nessun astenuto – la proposta di ratifica della deliberazione della Giunta Comunale n. 349 del 22/09.2022 avente ad oggetto: “Variazione d’urgenza al bilancio di previsione 2022/2024”.

“Si tratta di una variazione significativa sia in parte corrente che in conto capitale, per complessivi 3,9 mln euro – ha spiegato l’assessore al Bilancio Alessandro Nicolardi – Sottolineo che è stato registrato un disavanzo (nello specifico di 364 mila euro) in conto capitale ed un avanzo in parte corrente. Significa che anche questa volta, come peraltro nelle variazioni successive, abbiamo compiuto investimenti (quindi interventi ed opere con utilità pluriennale) superiori alle entrate in conto capitale, con lo scopo di lavorare in un’ottica strategica e di medio-lungo termine, pur cercando di assicurare il sostegno ai nostri concittadini, alle imprese ed alle situazioni di marginalità”.

Tra le voci variate, l’amministrazione provvederà allo stanziamento, con fondi propri dell’Ente, fino a 308 mila euro per la pubblicazione di due bandi a sostegno di famiglie e imprese per complessivi 400 mila euro, a contrasto dell’emergenza economica derivante dal caro energia.

“Infine, sono stati accantonati in occasione della variazione ulteriori 237 mila euro al Fondo Riserva. – ha aggiunto Nicolardi – Gli equilibri di bilancio a tutti livelli restano inalterati e la proposta è sostenuta dai pareri contabile e tecnico favorevoli, oltre che dal parere favorevole del Collegio dei Revisori”.