Cocaina (foto di repertorio)

Gli agenti hanno trovato 19 involucri contenenti della sostanza di colore bianco risultata poi essere cocaina

Nel primo pomeriggio di ieri, personale della Polizia di Stato di Rimini, ha tratto in arresto un 26enne, di nazionalità albanese, regolare sul territorio nazionale, responsabile di detenzione illecita di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

I fatti risalgono alle 14.45 circa quando una pattuglia moto-montata della Questura, notava nei pressi della fermata della linea “metromare”, adiacente al parco Cervi, un giovane su un monopattino e un altro ragazzo che parlavano tra loro e il primo consegnava qualcosa all’altro giovane.

La pattuglia riusciva a fermare solo il ragazzo a bordo del monopattino che, in apparenza sembrava tranquillo ma, poco dopo accusava un malore improvviso con dei conati di vomito che tamponava con un foglio di scottex che aveva con sé.

I poliziotti insospettiti dallo strano comportamento dello straniero lo sottoponevano a un controllo e, proprio all’interno dello scottex, che stringeva nella mano, trovavano 14 involucri termosaldati in plastica e 5 involucri in carta stagnola tutti contenenti della sostanza di colore bianco risultata poi essere cocaina per un peso complessivo di 10 grammi, mentre nel suo marsupio rinvenivano varie banconote per un totale di 70euro.

Accompagnato in Questura per gli adempimenti del caso, l’uomo è stato tratto in arresto in attesa del rito direttissimo e la droga assieme al monopattino è stata sequestrata.