Alberi visti dal basso verso l'alto (foto d'archivio)

Saranno piantumate 75 piante in zona Valdragone, nello spazio che costeggia Via Sesta Gualdaria

Per celebrare l’organizzazione nella Repubblica di San Marino dell’83esima edizione del Meeting UNECE che si terrà dal 3 al 7 ottobre prossimi, è stata disposta la realizzazione di un nuovo bosco urbano nella Repubblica di San Marino.

Il settore Verde Pubblico dell’Azienda Autonoma di Stato per il Lavori Pubblici ha avviato la piantumazione di un bosco in zona Valdragone, nello spazio che costeggia Via Sesta Gualdaria. Entro la settimana verranno piantumati 75 differenti alberi secondo il metodo Miyawaki, ovvero secondo un piano che tiene conto della rapida rigenerazione delle foreste su terreni deteriorati dove vengono piantate giovani specie autoctone vicine tra loro. Nel caso di San Marino la nuova piccola oasi di biodiversità ospiterà, grazie alla generosa donazione di Vannino Vannucci, 20 roverelle, 16 aceri campestri, 15 lecci, 7 piante di frassini meridionale e 3 di frassino maggiore, 5 carpino nero, 5 gelsi e 4 pioppi. Secondo il progetto, il bosco appena piantumato sarà “maturo” tra vent’anni. Nel frattempo vi si insedieranno impollinatori locali, api, farfalle, coleotteri, lumache e rane, animali fondamentali nella catena alimentare del nostro territorio. La piccola foresta è stata inoltre realizzata con l’obiettivo di ricavare nuovi spazi sani da vivere in territorio per giovani e anziani.

Ing. Giuliana Barulli (Direttore dell’Azienda Autonoma di Stato per i Lavori Pubblici): “Lo spazio sarà denominato Piccola foresta UNECE quale omaggio alla 83esima sessione del Comitato UNECE per lo sviluppo urbano, l’edilizia abitativa e la gestione del territorio che si terrà a San Marino, proprio in occasione della ricorrenza dei 75 anni compiuti dall’organizzazione delle Nazioni Unite”.