Una foto dei lavori di demolizione della cabina Enel

La riapertura al traffico veicolare di via Paolo e Francesca, nel tratto da via I Vitelloni a via Beccadelli

Si sono conclusi in questi giorni i lavori di demolizione della cabina Enel che era posizionata in Piazzale Kennedy, angolo via Paolo e Francesca, di fianco al locale ex “Ombelico del Mondo, anch’esso demolito nei mesi scorsi.

La cabina, che conteneva gli impianti elettrici di Enel e gli allacciamenti a servizio delle pompe di sollevamento delle vasche di Piazzale Kennedy – adesso trasferite in Via Fiume – occupava una superficie di 32 mq.  L’intervento di demolizione, che fa parte del progetto del parco del mare (completamento Tratto 1), libera uno spazio che verrà adesso riqualificato in coerenza con le opere di rigenerazione urbana, consentendo altresì la risistemazione dell’intersezione con la Via Paolo e Francesca e la creazione di un percorso pedonale.

In questi giorni è stata riaperta al traffico anche una parte di via Paolo e Francesca, che per i lavori di riqualificazione era stata destinata al solo traffico pedonale. I veicoli infatti sono tornati a transitare –  per adesso solo nel tratto tra la via i Vitelloni e la via Beccadelli – in attesa della conclusione dei lavori e della  riapertura totale della via, prevista fra qualche settimane.“E’ stato un percorso lungo – precisa Mattia Morolli, Assessore ai Lavori Pubblici – ma siamo riesci a spostare quella cabina che,  oltre a far guadagnare metri quadrati in uno dei posti più frequentati da turisti e residenti, limitava anche una visibilità più aperta sul parco del mare.  Lo spostamento di tutti i sotto servizi, concordato con Enel, ci ha consentito di trovare una nuova collocazione alla cabina e migliorare ancora di più l’estetica di un luogo che sempre di più sta diventano un nuovo simbolo della città.  Tutta l’area sarà riqualificata con il porfido e gli arredi, in coerenza con il parco del mare.”