Cerimonia di inaugurazione del 6 marzo 2021 , durante la giornata europea dei giusti

Le celebrazioni previste per domenica mattina nel Parco XXV Aprile e lo spettacolo teatrale “Perlasca. Il coraggio di dire no”

“Un non ebreo che, senza ottenerne un vantaggio proprio, ha rischiato la vita per salvare quella di un ebreo, anche solo uno, dall’orrore dell’Olocausto”, è questo il concetto “Giusto”, che nasce inizialmente da una definizione dello Yad Vashem, poi ampliata per comprendere tutti gli uomini e le donne che, nei momenti più tragici della storia, hanno operato per difendere la vita e la dignità umana. Con la parola “Giusti” infatti non si intendono le vittime o i perseguitati, ma quelli che agiscono per salvarli. Per ricordare le loro azioni, come figure esemplari, il luogo per eccellenza è il “Giardino dei Giusti”.

È stato cosi anche per la città di Rimini che dal marzo 2014 ha dedicato ai Giusti un monumento nel Parco XXV Aprile (lato Ponte Tiberio), dove il 6 marzo di ogni anno si svolge la celebrazione per commemorare chi ha scelto di salvare delle vite mettendo a rischi la propria.
La celebrazione di quest’anno si svolgerà domenica mattina alle ore 11 con una cerimonia di deposizione di una corona di fiori al monumento, a cui parteciperanno i rappresentanti istituzionali del Comune di Rimini e della Prefettura.

Il programma delle iniziative prosegue poi al Teatro degli Atti, con “Perlasca. Il coraggio di dire no”, lo spettacolo teatrale di e con Alessandro Albertin con la regia di Michela Ottolini.  Lo spettacolo teatrale, che si svolgerà nella serata di domenica 6, alle ore 21, (aperto a tutti)  – e nella mattina di lunedì 7 marzo alle ore 10 (solo per gli studenti) – è prodotto dal ‘Teatro de Gli Incamminati’, in collaborazione con Overlord Teatro e con il patrocinio della Fondazione Giorgio Perlasca.

Tutte le informazioni sono disponibili sul sito del Teatro Galli www.teatrogalli.it , sul sito del progetto memoria http://memoria.comune.rimini.it , oppure sulla pagina Facebook @progettomemoriarimini e al telefono 0541 704427-704292 .
Ricordiamo che con la Legge 20 dicembre 2017, n. 212 “La Repubblica, in conformità alla dichiarazione scritta n. 3/2012 sul sostegno all’istituzione di una Giornata europea in memoria dei Giusti, approvata dal Parlamento europeo il 10 maggio 2012, riconosce il 6 marzo come «Giornata dei Giusti dell’umanità», dedicata a mantenere viva e rinnovare la memoria di quanti, in ogni tempo e in ogni luogo, hanno fatto del bene salvando vite umane, si sono battuti in favore dei diritti umani durante i genocidi e hanno difeso la dignità della persona rifiutando di piegarsi ai totalitarismi e alle discriminazioni tra esseri umani.”