Il taglio del nastro per l'inaugurazione

L’investimento complessivo si 9 milioni di euro. I lavori tra Viale Ghelfi e Viale Lamarmora, realizzato da Rete Ferroviaria Italiana

Questa mattina è stato aperto al traffico veicolare il nuovo tunnel che passa sotto i binari della linea ferroviaria Rimini Ravenna,  fra Viale Ghelfi e Viale Lamarmora, realizzato da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) con un investimento complessivo di 9 milioni di euro, di cui 3,5 finanziati dal Comune di Rimini.

All’inaugurazione erano presenti l’Ingegnere Magri Michele dirigente dell’Unità Territoriale Romagna di RFI, gli Assessori Roberta Frisoni alla viabilità e Mattia Morolli ai lavori Pubblici e diversi tecnici dell’amministrazione comunale e di RFI.
Come noto dopo l’apertura a settembre del sottopasso ciclo – pedonale, con la realizzazione del sottopasso carrabile si completano gli interventi che hanno definitivamente eliminato l’incrocio fra strada e binari, con vantaggi sia per il traffico ferroviario sia per quello stradale. Un lavoro pianificato in diverse fasi da Rfi in sinergia con l’Amministrazione Comunale, al fine di ridurre al minimo l’impatto sull’area, fortemente urbanizzata.

Il nuovo sottopasso carrabile – che ricordiamo è interdetto a bici monopattini e pedoni, in quanto questi utenti devono usare il sottopasso ciclopedonale – è stato realizzato con un sistema di diaframmi di 60 centimetri di spessore, per una più efficace trasmissione dei carichi ai terreni di fondazione. Lungo 146 metri e largo 8 nel tratto rettilineo al di sotto della linea ferroviaria, ha un’altezza media di 5 metri e mezzo. Per la continuità della falda monte mare, in corrispondenza della sede ferroviaria e lungo lo sviluppo a monte dell’opera, è stato creato un sistema di drenaggio e raccolta delle acque superficiali. La realizzazione dell’opera ha comportato inoltre la deviazione di numerosi sotto servizi di energia, gas e acqua nera e bianca. I lavori, avviati a ottobre 2020, hanno impegnato in media ogni giorno squadre di 20 tecnici, composte da personale di RFI e delle imprese, anche con l’ausilio dei mezzi d’opera.

“Finalmente oggi apre questa importante infrastruttura – dichiarano congiuntamente gli assessori Roberta Frisoni e Mattia Morolli – una soluzione che consente di raggiungere via Sacramora dall’asse di via Mazzini/Caprara/Serpieri/Domeniconi/Eritrea/Diredaua, da Viserba a Torre Pedrera. Sappiamo che è stato un cantiere lungo, anche a causa della complessità dell’opera realizzata, oltre che alle sfide dettate dalla pandemia, ma da oggi la viabilità carrabile può aver questo importante sfogo. Un’apertura di attraversamento sotto la ferrovia, che si aggiunge al sottopasso ciclo pedonale, già aperto con l’avvio delle scuole. Si tratta di una soluzione di viabilità importantissima, attesa dalla città. Vogliamo fare un ringraziamento particolare alle imprese e a tutti i tecnici che hanno lavorato sia dell’amministrazione comunale che di RFI. L’amministrazione coglie l’occasione di esprimere ancora una volta la sua vicinanza ai familiari del capo cantiere Francesco Della Corte, scomparso lo scorso aprile nella fase di esecuzione dell’intervento.”