Due mezzi della Polizia di Stato (foto di repertorio)

Poco prima la stessa donna, dopo aver rubato in un mini market, aveva cercato di investire il titolare con la bicicletta per guadagnarsi la fuga

Nel pomeriggio di ieri, la Polizia di Stato di Rimini ha tratto in arresto, una 56enne originaria dell’anconetano, ma domiciliata a Rimini, resasi responsabile del reato di rapina impropria continuata.

I fatti risalgono alle 19 circa di ieri quando, una Volante, è stata inviata in Corso d’Augusto, presso i magazzini “Coin”, teatro di un furto. Giunti sul posto i poliziotti hanno contattato la direttrice del negozio apprendendo che poco prima, una donna, dopo aver prelevato dagli espositori alcuni oggetti non meglio definiti, aveva superato le casse senza pagare il dovuto. La stessa, sottoposta a controllo dagli agenti nel frattempo intervenuti, è stata trovata in possesso di prodotti riconosciuti di proprietà del magazzino in questione, nonché di altri oggetti poi successivamente accertato essere stati asportati in un mini market ubicato di fronte alla stessa COIN.Contattato il titolare di quest’ultima attività, lo stesso ha dichiarato che poco prima la stessa donna, dopo aver rubato nel suo negozio, aveva cercato di investirlo con la bicicletta per guadagnarsi la fuga. Accompagnata in Questura per i dovuti accertamenti, è stata quindi tratta in arresto per rapina impropria continuata in attesa del rito direttissimo previsto per la mattinata odierna.