Un artificiere con la bomba della seconda guerra mondiale

Le operazioni hanno visto l’evacuazione di 959 cittadini. I ringraziamenti della Sindaca Mirna Cecchini

In occasione delle operazioni d’intervento per la bonifica da ordigno bellico della Seconda Guerra Mondiale, ritrovato in un’area coltiva del Comune di San Clemente, e che ha visto l’evacuazione di 959 cittadini sanclementesi, nonché l’allestimento di un punto d’accoglienza alla Sala Polivalente e al Teatro Villa di Sant’Andrea in Casale per quanti non fossero nelle condizioni, una volta lasciate le proprie abitazioni, di essere ospitati da parenti, amici e conoscenti è mio espresso desiderio e dovere – dice la Sindaca, Mirna Cecchini – ringraziare pubblicamente

  • la Prefettura di Rimini, presente sotto la Direzione del Prefetto Dottor Giuseppe Forlenza
  • la Vice Prefetto Aggiunta Dott.ssa Monica Vaccaro
  • il Questore della Provincia di Rimini, Dottor Francesco De Cicco
  • il Genio Ferrovieri dell’Esercito Italiano nella persona del Comandante di Reggimento, Colonnello Emilio Giglio
  • tutte le Forze dell’Ordine, in particolare l’Arma dei Carabinieri impegnata nel servizio di vigilanza attiva del territorio come da Ordinanza del Signor Questore in materia di Ordine Pubblico
  • la Polizia Locale dell’Unione Valconca e di Morciano di Romagna
  • la Protezione Civile dell’Emilia-Romagna – Coordinamento Rimini
  • i volontari della Protezione Civile
  • il Servizio di Pronto Soccorso Emergenza 118 Ausl Romagna
  • l’Ausl Romagna Distretto di Riccione, Dottor Riccardo Varliero
  • Igiene Pubblica Ausl Romagna, Dottor Franco Borgognoni
  • la Croce Rossa Italiana Comitato Locale Cattolica-Morciano di Romagna
  • la Croce Rossa Militare
  • i referenti dei Servizi Pubblici essenziali
  • Hera, Adrigas, Telecom, Enel, Start Romagna, Snam, Tim
  • Cbr, proprietaria della cava di Poggio Torriana utilizzata per la detonazione controllata dell’ordigno, nella persona del Geometra Gabriele Paci
  • tutti i dipendenti, i collaboratori e la Giunta del Comune di San Clemente
  • tutti i componenti del COC (Comitato Operativo Comunale) e del COM (Comitato Operativo Intercomunale Misto).

“Le operazioni, svolte in un clima di grande collaborazione, si sono concluse come da cronoprogramma e in piena sicurezza”.