Controlli dei Carabinieri (foto di repertorio)

È stata inoltre disposta la chiusura di una discoteca per violazione delle normative anti covid

Anche nell’ultima notte di festeggiamenti per il  weekend della settimana rosa i militari della Compagnia di Riccione hanno messo in campo ingenti forze per prevenire e contrastare reati predatori, turbative dell’ordine pubblico e violazioni alle norme anti covid-19 nella giurisdizione di competenza. Il dispositivo, che ha visto impegnati circa 50 militari nei servizi straordinari di controllo del territorio, ha portato all’arresto di 3 persone, alla denuncia di altre 4 nonché alla chiusura di una nota discoteca della riviera per violazioni alle norme anti covid.

I militari della tenenza Cattolica, nel corso di un predisposto servizio, al fine di contrastare l’attività di spaccio di sostanze stupefacenti, hanno arrestato un cittadino tunisino e una ragazza italiana, entrambi residenti a Parma, responsabili in concorso tra loro di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

In particolare l’uomo è stato sorpreso nell’atto di spacciare una dose di cocaina ad un giovane turista, quest’ultimo segnalato al competente Ufficio Territoriale del Governo. Successiva perquisizione effettuata nella camera d’albergo occupata dalla coppia ha permesso di rinvenire altri 10 grammi di cocaina, attrezzi atti allo spaccio nonché una considerevole somma in denaro contante.

Il personale del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno, inoltre, tratto in arresto un cittadino svizzero. L’operazione è scattata a seguito di numerose telefonate alla Centrale Operativa che segnalavano un giovane in viale D’annunzio  il quale, in stato di agitazione, stava infastidendo turisti e passanti e danneggiava alcune auto in sosta.  I militari, prontamente intervenuti, hanno bloccato l’uomo che alla vista delle divise ha reagito violentemente colpendoli più volte con calci e pugni.

Sono stati, poi, denunciati sempre per il reato di resistenza a Pubblico Ufficiale, un 19 enne di Gubbio e un coetaneo di carpi. Entrambi, nel corso dei controlli, opponevano resistenza nei confronti dei militari.

Sempre nella notte di sabato, i carabinieri della Stazione di Riccione sono riusciti ad individuare un minorenne, di Fidenza, il quale poco prima si era reso responsabile di un furto con strappo di una collanina ai danni di un giovane turista. Il minore è stato denunciato a piede libero alla competente autorità minorile di Bologna.

Sempre i militari della Stazione di Riccione hanno denunciato un 21 enne della provincia di Varese, sorpreso mentre era intento a danneggiare la porta d’accesso di un esercizio pubblico posto nei pressi di Viale Dante di Riccione. 

Nel corso dei controlli finalizzati al rispetto delle normative anti covid, i carabinieri della Compagnia di Riccione sanzionavano, con contestuale chiusura per giorni 5, la discoteca “Musica”, al cui interno si stava svolgendo una serata di ballo e divertimento senza la minima presenza di distanziamenti o mascherine.