(foto di repertorio)

Due gli arresti: uno per estorsione l’altro per furto aggravato  

Grande dispiegamento di Carabinieri nella notte appena trascorsa, quale segno di massima attenzione rivolta dal Comando Provinciale di Rimini in previsione di un weekend ricco di eventi. Tanti militari hanno infatti pattugliato i maggiori centri di aggregazione di giovani e giovanissimi, controllando le comitive di turisti nel in piazzale Roma, viale Dante e via Milano.

Verso le 5 di questa mattina, i carabinieri hanno proceduto all’arresto di un 22enne, marocchino, responsabile di una tentata estorsione a danno di un turista romano che, dopo aver subito il furto del proprio telefono, ha ricevuto una richiesta estorsiva per vedersi restituire lo smartphone. I carabinieri della Sezione Operativa del N.O.R. hanno avviato sin da subito le indagini, arrestando lo straniero mentre era ancora al telefono con la vittima per concordare la restituzione di quanto sottratto. 

A distanza di qualche minuto, le gazzelle della Sezione Radiomobile hanno arrestato un 20 enne, marocchino, per rapina aggravata. Il malvivente, insieme a due soggetti al momento ignoti, aveva minacciato con un coltello un turista diciassettenne di Cantu, facendosi consegnare il proprio smartphone e la somma contante di 100 euro. Le immediate ricerche hanno consentito di individuare il malfattore ma non di recuperare la refurtiva, volatilizzatasi insieme agli altri due complici.

Nel corso del servizio straordinario di controllo del territorio svolto dalla Compagnia di Riccione, i carabinieri hanno inoltre deferito in stato di libertà, per il reato di ricettazione, un 17enne riminese perché sorpreso alla guida di un ciclomotore risultato oggetto di furto lo scorso 04 luglio a Riccione.

Ancora, durante i controlli in viale Ceccarini, un turista bolognese classe 2002 è stato denunciato dai militari perché trovato in possesso di un coltello a serramanico.

L’azione di controllo e l’attenzione degli uomini dell’Arma è stata inoltre rivolta al delicato tema della sicurezza stradale ed in proposito i carabinieri della Sezione Radiomobile hanno proceduto al ritiro della patente di guida nei confronti di due utenti, perché risultati positivi alla prova etilometrica.