Stazione ferroviaria di Rimini (foto di repertorio)

Aarrestato per resistenza e lesione a pubblico ufficiale, dovrà rispondere anche del reato di oltraggio e rifiuto di fornire le proprie generalità. 

Un riminese di 25 anni è finito in manette per resistenza e lesione a pubblico ufficiale. I fatti risalgono alle 1.10 di ieri quando l’uomo, nei pressi della stazione, ha fatto cadere dallo scooter una ragazza poiché zigzagava per strada percorrendo la carreggiata contromano, poiché ubriaco. Per la giovane, è stato necessario l’intervento del 118.

L’uomo responsabile del sinistro, si mostrava altamente ostile nei confronti dei poliziotti, rifiutandosi di fornire i documenti per l’identificazione e proferendo parole e frasi ingiuriose verso i poliziotti

In stato di totale agitazione, i 25enne ha iniziato a sferrare calci e pugni e ginocchiate verso gli agenti. Ha iniziato, poi, a mordere braccia e mani dei poliziotti che tentavano di immobilizzarlo, provocando ferite guaribili in 5 giorni.

Immediato l’intervento di un’ulteriore volante in ausilio grazie al quale i poliziotti sono riusciti ad ammanettare il soggetto e a trasportarlo in Questura. L’uomo, già gravato da numerosi precedenti di polizia, è stato arrestato per resistenza e lesione a pubblico ufficiale. Dovrà rispondere davanti al giudice anche del reato di oltraggio, rifiuto di fornire le proprie generalità.