Esterno della Questura (foto di repertorio)

Arrestato dalla Polizia di Stato

Domenica 25 aprile intorno alle 20:00 una ragazza è stata aggredita da un malvivente che ha tentato di sottrarle il motorino

Mentre stava parcheggiando il ciclomotore nel cortile di casa, è stata raggiunta da un ragazzo di 27 anni, il quale con minacce e insulti ha tentato di salire sul ciclomotore. La vittima, per evitare il furto, ha prontamente sfilato le chiavi dal cruscotto

Innervosito da questa mossa il ladro le ha lanciato il veicolo addosso, colpendola al ginocchio destro e provocandole una lesione dichiarata dai medici guaribile in 7 giorni.

A questo punto la vittima ha iniziato ad urlare per attirare l’attenzione del padre e dei vicini di casa. Accorsi subito, hanno chiamato la Polizia, cercando di allontanare il malvivente. Ma questo non si è allontanato, continuando a minacciare e ad insultare la ragazza.

All’arrivo degli operanti il ragazzo era in forte stato di agitazione, urlava, minacciava e insultava tutti. Vedendo i poliziotti arrivare ha dato in escandescenza, scagliandosi contro uno di loro. Per inibire l’aggressione il poliziotto è stato costretto ad utilizzare lo spray al peperoncino al fine di respingere la violenza. In questa circostanza, uno dei due poliziotti nel tentativo di calmarlo, ha riportato la frattura del quinto dito della mano, con prognosi di 30 giorni.

All’interno dello zaino che portava al seguito sono stati rinvenuti oggetti atti allo scasso, tutti sequestrati.

Il ragazzo è stato arrestato per le seguenti ipotesi di reato: tentata rapina aggravata, resistenza violenza e lesioni a pubblico ufficiale. Inoltre è stato indagato in stato di libertà per i reati di porto di armi od oggetti atti ad offendere, oltraggio a pubblico ufficiale e minaccia aggravata.