Il palazzo del Comune (foto di repertorio)

L’intervento punta a migliorare l’accessibilità in sicurezza del quartiere. L’investimento complessivo è di 2,3 milioni di euro

La Giunta Comunale ha approvato il progetto esecutivo per la realizzazione della viabilità di entrata e di uscita dal quartiere Padulli, una serie di opere destinate a migliorare l’accessibilità della zona a complemento della nuova rotatoria realizzata all’altezza degli stabilimenti Valentini in funzione dallo scorso anno. Il progetto rientra tra gli interventi dedicati alla messa in sicurezza della SS16 in corrispondenza del centro abitato di Rimini finanziati attraverso le risorse del Fondo Sviluppo e Coesione, per un importo complessivo di 2,3 milioni di euro.   

L’opera prevede il prolungamento di via Tosca attraverso la realizzazione di un nuovo ponte sul canale Mavone e che correrà prima in adiacenza alla Statale 16 poi alla Via Cerasolo, fino ad arrivare ad una nuova rotatoria che sarà realizzata per collegare la bretella con la viabilità di accesso allo stabilimento Valentini. In programma poi ​la realizzazione di un percorso pedonale protetto lungo la Via Tosca fino alla Via Padulli e il ripristino della pista ciclopedonale che collega i Padulli al centro della città. L’intervento nel suo complesso consentirà di migliorare l’accessibilità in sicurezza del quartiere, fluidificando il traffico in entrata e in uscita e sgravando la via Marecchiese. L’inizio dei lavori è previsto entro l’anno.   

È prevista l’illuminazione oltre che della nuova bretella anche del tratto di SS16 che va dal​la nuova rotatoria fino al cavalcavia della Via Marecchiese e alla rotatoria di Via Covignano e del ponte di attraversamento del Canale Mavone sulla Strada Statale fino all’entrata del sovrappasso di raccordo con la SP258. Nel tratto di infrastruttura tra il ponte sul Canale Mavone e la rotatoria di raccordo è inoltre prevista la piantumazione di essenze arboree e arbustive all’interno delle aree non pavimentate.