Le piante di marijuana sequestrate

I Carabinieri sono stati allertati da un sospettoso via vai da un Bed and breakfast di Morciano

Nel pomeriggio di ieri i carabinieri della Stazione di Morciano di Romagna hanno tratto in arresto, per il reato di detenzione e spaccio di stupefacenti, un disoccupato originario del vicentino, classe ’69 e un tassista cattolichino classe ‘65, entrambi residenti a San Clemente.  

I due, gravati da vecchi screzi con la giustizia, sono i gestori di un B&B a Morciano di Romagna  e sono stati presi di mira dai carabinieri del posto dopo numerose segnalazioni di uno strano via vai dalla struttura di clienti che non avevano certamente l’aria dei turisti.

Così, dopo alcuni servizi di osservazione, i militari si sono presentati all’interno della struttura all’arrivo dei soci ed hanno effettuato una perquisizione dell’intera area, rinvenendo in un capanno per attrezzi un piccolo “giardino fai da te”. All’interno della serra artigianale, i carabinieri hanno scovato 19 piante di marijuana e tutto l’occorrente per la coltivazione. Piante cariche di infiorescenze, pronte per essere raccolte e cedute a terzi. Nei prossimi giorni sarà una perizia a stabilire l’entità dello stupefacente “utile” tra i 5kg complessivi di “verde” sottoposta a sequestro.

Entrambi sono stati dichiarati in stato di arresto e trattenuti ai domiciliari in attesa del rito direttissimo previsto per la mattinata di domani davanti all’Autorità Giudiziaria di Rimini.