(foto di repertorio)

“Dopo Bologna, chiediamo al nostro Comune che lo studente egiziano sia riconosciuto cittadino onorario di Rimini”

“Un anno fa Patrick Zaki veniva arrestato ed incarcerato in Egitto. Attivista e studente dell’Università di Bologna, è accusato dal Governo egiziano di propaganda sovversiva. La sua colpa è quella di aver esercitato libertà e diritti democratici: per questo una democrazia come la nostra non può stare a guardare.
Nella speranza che gli venga concessa la cittadinanza italiana, chiediamo che Patrick Zaki sia riconosciuto cittadino onorario di Rimini. Come ha già fatto il Comune di Bologna, auspichiamo che anche il nostro Comune faccia sua questa proposta. Ed al sindaco Andrea Gnassi, chiediamo di rilanciare l’idea in ANCI, perché altri Comuni seguano il nostro esempio.
Teniamo la luce accesa. Per Patrick Zaki, Giulio Regeni, Ahmed Samir Santawy, per tutte le giovani ed i giovani liberi. Per un futuro che sarà più giusto”.