Lettura del microchip in un cane (foto di repertorio)

L’iniziativa dell’associazione difesa natura animali ambiente “D.n.a”

Due lettori di microchip donati alla Polizia Stradale donati dall’associazione difesa natura animali ambiente “D.n.a”. di Rimini. Grazie a questi dispositivi, gli agenti non solo nel corso dei servizi dedicati al controllo del trasporto degli animali vivi,  saranno in grado di ottenere tutte le informazioni relative all’animale, a risalire in tempo reale ai dati del proprietario, informazioni queste  utili per  verificare in tal modo anche il rispetto delle prescrizioni previste dal regolamento ce 1/2005 per la protezione degli animali durante il trasporto.

Il comandante della Polizia stradale di Rimini, Alfredo Magliozzi, nel ringraziare  Uliana Vergoni e Gabriella de Guarini, rispettivamente presidente e tesoriere della Onlus D.n.a. per la donazione, sottolinea come per il servizio  polizia stradale l’attività di controllo dell’autotrasporto ed in particolare quello degli animali vivi sia un obiettivo strategico non solo con l’intento di garantire una serena equa e non alterata concorrenza fra tutti i vettori operanti ma anche e soprattutto per il benessere degli animali trasportati.