Pattuglie dei Carabinieri (foto di repertorio)

Circa 40 i minorenni identificati, un 19enne sorpreso mentre cedeva alcuni grammi di marijuana

I carabinieri della compagnia di Riccione hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio in cui, osservati speciali, sono stati i gruppi di giovani adolescenti, più volte protagonisti nei recenti fatti negativi di cronaca.

Per questo, sono stati passati al setaccio parchi, piazze e luoghi di ritrovo, in particolare nel centro di Riccione ed alla vista delle uniformi, in tanti, ogni volta, si sono dispersi dandosela a gambe.

Circa 40 i ragazzi identificati, tutti tra i 14 ed i 17 anni, di Riccione e dei comuni limitrofi, quindi non giustificati a trascorrere il pomeriggio lontani dai propri comuni e regioni di residenza. Ed infatti, ad essere sanzionati, sono stati un giovane marignanese, un morcianese ed un pesarese, tutti accomunati da amicizie nella perla e dal desiderio di trascorrere un normale pomeriggio in libertà con i propri amici.

Da viale Ceccarini a Piazza XXV Aprile, fino ai più noti parchi riccionesi, sono stati tanti i gruppi ritrovati assembrati ove però, finalmente, almeno il concetto dell’obbligatorietà della mascherina sembra essere stato afferrato. Meno bene il resto. Un diciannovenne riccionese, infatti, è stato sorpreso a cedere alcuni grammi di marijuana e per questo denunciato all’Autorità Giudiziaria.

Nel corso del controllo straordinario del territorio, sono state altre le persone denunciate all’Autorità:

  • Due quarantenni di San Clemente, a bordo della loro autovettura, entrambi gravati da precedenti in materia di stupefacenti, sono stati sorpresi con bilancio di precisione e materiale per il confezionamento della droga;
  • Un cittadino ucraino, gravato da numerosi precedenti reati in danno del patrimonio, è stato sorpreso nel tentativo di rubare generi alimentari in un supermercato del centro.

Inoltre, i carabinieri della Stazione di Montefiore Conca anno dato esecuzione ad un provvedimento restrittivo e condotto in carcere un pregiudicato classe ’61, in regime di detenzione domiciliare per pregressi reati in materia di rapina e furti. L’uomo, nel corso dei controlli, è stato sorpreso più volte dall’Arma di Montefiore a non rispettare le prescrizioni lui imposte dall’Autorità giudiziaria.

Al termine del controllo, che a visto impiegati un corposo numero di pattuglie su tutto il territorio della compagnia di Riccione, sono state 122 le persone complessivamente controllate e 13 gli esercizi commerciali.