Notte di Natale a Rimini (foto di repertorio)

L’assessore Sadegholvaad: “Un’azione a sostegno dei nostri negozi e artigiani”. Allo studio una proposta di agevolazioni tariffarie per i parcheggi del centro storico  

Per sostenere i negozi e i pubblici esercizi in questo particolare momento storico, il Comune di Rimini ha deciso di farsi carico delle spese per le luminarie natalizie, da Torre Pedrera a Miramare passando per il centro e i borghi. Quest’anno infatti, anziché dare il tradizionale contributo ai comitati turistici e ai comitati d’area della città, l’Amministrazione Comunale coprirà interamente il costo per il noleggio, montaggio e smontaggio delle luminarie, sgravando così commercianti ed esercenti della quota di spesa abitualmente sostenuta (che si aggirava tra i 120 e i 150 euro). Un’azione concreta per sostenere i negozi e i pubblici esercizi in questo eccezionale momento storico e far sì che possa essere garantita un’illuminazione diffusa per tutta la città.   

“Oggi è ancora difficile fare previsioni sul dicembre che ci attende, appesi come siamo all’andamento dell’epidemia di queste settimane – sottolinea l’assessore alle attività economiche Jamil Sadegholvaad – L’auspicio è che nelle prossime settimane il contesto sanitario generale possa consentire, seppur regolamentati e contingentati, gli spostamenti e la fruibilità di negozi e attività, in modo da favorire una ripresa delle attività per i commercianti e per i pubblici esercizi. In questa situazione così straordinaria e anomala, abbiamo deciso di intervenire a sostegno della nostra rete commerciale, per non rinunciare a rendere comunque illuminata e attrattiva la nostra città nel periodo in cui solitamente si assiste ad una crescita di consumi e anche per creare un clima natalizio al quale, nonostante il momento, non possiamo e vogliamo rinunciare. Oltre a sostenere le spese per le luminarie, così come annunciato qualche settimana fa, stiamo lavorando per incentivare l’accessibilità al centro storico e la fruizione dei parcheggi dell’anello del centro storico, valutando l’introduzione di agevolazioni tariffarie”.  

“Non ci illudiamo – aggiunge l’assessore Sadegholvaad – Sappiamo che, al di là di nuove misure o possibili allentamenti delle prescrizioni, sarà un Natale anomalo, diverso da quello che Rimini solitamente è abituata a vivere. Ogni giorno dobbiamo fare i conti con la preoccupazione per una situazione sanitaria ancora pesante, a cui si aggiunge l’ansia per un contesto economico che rischia di mettere in ginocchio molte attività. E proprio per questo motivo dobbiamo fare di tutto per dare un supporto ai nostri commercianti, agli artigiani, alle botteghe, a quelle attività che stanno facendo numerosi sacrifici per non abbassare definitivamente le saracinesche. L’ho già detto, ma torno a ribadirlo: mai come quest’anno evitiamo di fare gli acquisti natalizi, pochi o molti che siano, cercando sulle grandi piattaforme di commercio online, e scegliamo invece i negozi vicino a casa. E’ un regalo che facciamo anche alla nostra comunità, un piccolo ma importante contributo per cercare di superare insieme questa drammatica fase.  

Rimini deve essere la protagonista di queste festività natalizie, con le sue persone, i suoi commercianti, i suoi artisti. E’ dura oggi alzare la testa in alto e guardare alla luce, ma sarebbe ancora più triste vedere solo buio”.