Prosegue con incisività l’attività posta in essere dai Carabinieri della Compagnia di Rimini

Prosegue con incisività l’attività posta in essere dai Carabinieri della Compagnia di Rimini, al comando del Capitano Sabato Landi, che, con l’entrata nel vivo della stagione estiva, come disposto dal Comandante Provinciale dei Carabinieri di Rimini, Col. Giuseppe Sportelli, hanno intensificato la presenza sul territorio ponendo in essere servizi preventivi e repressivi mirati al contrasto delle varie forme di reato.

Nella mattinata di ieri mercoledì 5 agosto i Carabinieri della Stazione di Viserba, a seguito di segnalazione giunta al numero unico di emergenza 112, sono intervenuti presso la scuola materna “Babylandia” di Via Toscanelli ove hanno sorpreso a bivaccare due marocchini, già noti alle forze dell’ordine per i loro precedenti di polizia, senza fissa dimora e sprovvisti di documenti: il primo classe 1990 e il secondo classe 1995. Il primo, all’atto del controllo, forniva agli operanti false generalità, esibendo la fotocopia di una richiesta di codice fiscale di un’altra persona. I due sono stati denunciati, oltre che per il reato invasione di edifici in quanto introdottisi all’interno di una struttura senza averne diritto, anche per ricettazione poiché, a seguito di perquisizione personale, sono stati trovati in possesso di un telefono cellulare e di un paio di occhiali da sole risultati provento di furto ai danni della responsabile dell’istituto. La refurtiva è stata restituita all’avente diritto. 

Condotto in caserma ed espletate le formalità di rito, il primo è stato dichiarato in arresto e trattenuto presso le camere di sicurezza della Stazione Rimini Principale in attesa della celebrazione del rito direttissimo. Al termine dell’udienza di convalida, svoltasi nella mattinata odierna, l’arresto è stato convalidato e l’uomo è stato sottoposto alla misura cautelare dell’arresto in carcere in attesa del processo.       

L’attenzione del Comando Compagnia Carabinieri di Rimini rimane alta e costante sull’intera giurisdizione di competenza al fine di fornire una risposta concreta ed incisiva alle legittime pretese di legalità avanzate dai cittadini. Pertanto continueranno con assiduità i servizi di prevenzione e contrasto svolti dall’Arma dei Carabinieri, affiancando alla capillare perlustrazione del territorio una continua e attività info-investigativa, contattando la cittadinanza al fine di acquisire quante più notizie utili per prevenire il ripetersi dei reati ed assicurare alla giustizia gli autori di quelli già perpetrati.