Ingresso della Questura (foto di repertorio)

Il mezzo era collegato al tombino della corrente di pubblica illuminazione attraverso un cavo lungo due metri

Un equipaggio della Sezione Polizia Stradale di Rimini, decideva di controllare un camper posizionato con assetto molto basso quasi adagiato al suolo in sosta nel parcheggio adiacente ad un supermercato di Rimini.

Da controllo effettuato dagli operatori il camper di proprietà di una cinquantenne bergamasca, risultava essere priva della prescritta copertura assicurativa contestandogli l’art.193 al c.d.s. che prevede una sanzione di 868 euro, sequestro del mezzo e recupero dello stesso mediante soccorso stradale.

Gli operatori della Stradale nel proseguire il controllo notavano che dal veicolo fuoriusciva un cavo elettrico lungo circa 2 metri che si collegava ad un tombino in metallo.
Da un esame più accurato si appurava che il cavo elettrico era collegato tramite il tombino alla corrente di pubblica illuminazione econ l’ausilio di personale specializzato si rimuoveva il cavo elettrico e la messa in sicurezza dei luoghi.

Si procedeva alla denuncia all’Autorità Giudiziaria del proprietariodel mezzo per furto di energia elettrica.