Fine settimana di controlli intensi per i Carabinieri della Compagnia di Riccione. Setacciati bar, sale giochi e luoghi di ritrovo della giovane movida

Weekend di controlli intensi, quello appena trascorso per i carabinieri della Compagnia di Riccione che hanno condotto un servizio straordinario di controllo del territorio, finalizzato ad una serrata attività di controllo, prevenzione e repressione dei retati che nelle ultime settimane hanno caratterizzato tristemente le serate riccionesi.

Bar, sale giochi e luoghi di ritrovo della giovane movida, i principali obiettivi passati al setaccio dai carabinieri anche grazie all’ausilio delle unità antidroga del Nucleo Cinofili di Bologna

Il servizio straordinario, inserito nell’ambito del programma di rafforzamento delle misure di sicurezza messo in atto dal Comando Provinciale Carabinieri di Rimini, si è concluso nella nottata di domenica con l’arresto di una giovane donna, appena diciottenne residente nel milanese, resasi responsabile del furto di uno scooter, consumato poco prima nei pressi di un locale del lungomare a Riccione. La stessa, accompagnata in caserma per gli adempimenti di rito, però, ha avuto un repentino cambio di umore sfociato in un vero e proprio scatto di follia: con forti calci ha infatti iniziato a colpire, dall’interno, lo sportello della “gazzella” fino a piegarlo verso l’esterno. Ma non solo. Uno dei carabinieri, nel tentativo di dialogare con lei e riportarla alla calma, si è visto sferrare calci e pedate, fino a dover ricorrere alle cure presso l’ospedale di Riccione. Per la donna, sono così scattate le manette per i reati di resistenza e violenza a P.U., danneggiamento aggravato e furto e ricettazione.

Nel corso del weekend, durante il quale sono stati controllati ed identificati 189 persone, di cui circa 100 tra i 16 ed i vent’anni. Ancora, sono stati controllati 123 veicoli mentre sono 11 le persone deferite all’Autorità giudiziaria per reati vari. In particolare:

  • A Riccione, un 17-enne, nato a rimini e residente a Riccione è stato denunciato dai carabinieri del NOR per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti per aver ceduto ad una sua coetanea una piccola dose di marijuana. Dopo l’assunzione, la giovane ha accusato un malore tanto da dover essere soccorsa dal 118 e trasportata in ospedale per accertamenti vari. La ragazza è stata successivamente dimessa mentre il giovane, invece, sottoposto ad una successiva perquisizione personale, è stato trovato in possesso di altre 4 dosi di erba;
  • A Riccione, un neo diciottenne del ravvenate, sottoposto a controllo dai carabinieri della Stazione di Riccione nei pressi della piscina comunale è stato sorpreso in possesso di svariate derrate alimentari, asportate, poco prima, previa effrazione di una porta, dal bar adiacente al cennato plesso sportivo. la refurtiva, recuperata, è stata restituita mentre per il giovane è scattata una denuncia per furto aggravato;
  • A Riccione, in viale D’Annunzio, un 16enne cittadino marocchino, residente a Rimini, è stato bloccato da alcuni passanti dopo aver rubato la borsa ad una turista. Immediatamente giunti sul posto, i carabinieri del NOR, hanno preso in consegna il giovane e lo hanno condotto in caserma per le formalità di rito. La borsa, recuperata, è stata riconsegnata alla legittima proprietaria;
  • Un catanese classe ‘92, residente a Riccione è stato invece denunciato dai carabinieri della Stazione di Riccione per il furto di un telefono cellulare perpetrato in danno di un suo conoscente di nazionalità ucraina;
  • Un uomo, classe ’74 residente a Gabicce e una donna foggiana, classe ’67, entrambi pregiudicati, durante il controllo alla circolazione stradale, sono stati sorpresi alla guida di un ciclomotore risultato oggetto di furto poiché asportato lo scorso 3 luglio a Riccione. Per la coppia è scattata la denuncia per il reato di ricettazione;
  • 4 utenti della strada sono stati denunciati per guida in stato di ebrezza poiché risultati positivi all’accertamento etilometrico. Nei loro confronti si è proceduto anche al ritiro della patente di guida;
  • Un riccionese titolare di una struttura ricettiva nella Perla, è stato sanzionato ai sensi dell’art. 109 TULPS, per aver omesso di segnalare all’Autorità di P.S. la presenza di un minore alloggiato nella struttura insieme ad altri amici. I carabinieri, inoltre, nelle fasi del controllo hanno sanzionato i 5 membri della comitiva per il mancato rispetto delle norme di distanziamento e contrasto alla diffusione del Covid-19, per come previsto dai recenti D.L.19/2020 E 35/2020 DCPM 11.06.2020, con una multa da 400,00 euro ciascuno; 
  • Il titolare di un esercizio pubblico di viale Gramsci, a Riccione, al termine delle verifiche di rito, è stato sanzionato per la violazione delle norme di contrasto alla diffusione del Covid-19, poiché nell’area esterna del proprio locale, dopo alcune segnalazioni, i carabinieri hanno riscontrato l’assembramento di un gruppo numeroso di giovani, seduti ai tavoli, tutti senza mascherina e inottemperanti al distanziamento sociale. Nei confronti del titolare è stata applicata la sanzione pecuniaria di 400,00;
  • Sei persone sono state segnalate all’Autorità Prefettizia perché sorprese in possesso di modiche quantità di stupefacente. Infatti, sono stati sottoposti a sequestro 9 gr. di Marijuana, 8 gr, di hashish e 2 gr. di cocaina;

Infine, 6 persone di varie etnie, sono state proposte all’Autorità di P.S. per l’applicazione del foglio di via dal comune di Riccione poiché, tutti gravati da piccoli precedenti, sono stati sorpresi nelle vie del centro ad infastidire i passanti per richiesta d elemosina o vendita di bracciali e collane.