Fondi sottratti e immobili “trasferiti” avrebbero creato il dissesto finanziario

EMILIA ROMAGNA – E’ notizia di pochi minuti fa che la Polizia Tributaria della Guardia di Finanza stia eseguendo perquisizioni nei confronti di 10 persone. A coordinare l’operazione, Il Pm Michele Martorelli della Procura della Repubblica di Bologna.

 

Sotto la lente d’ingrandimento della giustizia sono finiti alcuni ex soci ed amministratori accusati di bancarotta fraudolenta. Secondo l’accusa le persone ad ogi indagate potrebbero aver sottratto alla struttura commerciale somme per oltre 300 mila euro, attraverso operazioni finanziare e societarie, depauperando così la struttura commerciale del gruppo mercatone Uno.

 

Sempre nell’ambito dell’indagine gli agenti della Gdf hanno eseguito anche un sequestro preventivo ai danni di CVE in cui secondo il Gip Margiocco, potrebbero essere confluiti illecitamente numerosi immobili, per un patrimonio complessivo di circa 170 milioni di euro.

 

Per la magistratura tutte queste operazioni avrebbero contribuito al dissesto finanziaro del gruppo