In pieno giorno, nel salotto buono della città, una banda organizzata fa razzia alla gioielleria Tamburini

RICCIONE – In pieno giorno, in pieno centro. Alle 14,00 di ieri una Ford Focus (risultata poi rubata nel pesarese) se ne infischia dei divieti di accesso nell’area pedonale cittadina, punta contro la vetrina della gioielleria Tamburini. L’automobilista fa manovra, e in retromarcia a tutta velocità infrange le vetrine del negozio. Tutto accade in pochi attimi.

 

Il vetro antisfondamento nulla può contro la velocità e la mole di quell’ariete improvvisato e collassa a terra, andando in frantumi. In quattro scendono dalla Focus, tutti incappucciati e si fiondano sui gioielli e gli orologi di lusso in esposizione. Una vera e propria razzia che vale ai malviventi un bottino da oltre 300 mila euro. Dove il vetro ha retto all’urto gli uomini finiscono l’opera a colpi di mazza. Il tutto accade di fronte ad uno dei titolari della gioielleria, che si trova all’interno del negozio e che non può fare nulla, spaventato e colto di sorpresa dalla spaccata in pieno giorno.

 

Con estrema rapidità, il colpo non è durato più di 40 secondi, gli uomini scappano e salgono a bordo di un’altra auto, anche questa rubata, che li attendeva a motore acceso. Le telecamere della gioielleria hanno ripreso tutto e tutto testimonia una perfetta organizzazione del piano. La seconda auto utilizzata per la fuga viene abbandonata in Viale Ceccarini e da lì i malviventi si danno alla fuga con un altro mezzo ancora non identificato e fanno perdere le prorpie tracce.

 

Le forze dell’ordine stanno studiano minuziosamente i dettagli della spaccata alla ricerca di indizi preziosi per poter risalire agli autori del colpo.