Alberi visti dal basso verso l'alto (foto d'archivio)

Tra le aree pubbliche e gli spazi verdi le piantumazioni sono avvenute nei parchi: XXV Aprile (Marecchia), Marcovaldo, Giovanni Paolo II (ex Cava), Via Perlasca, Pellesi, area canile Cerni, nelle adiacenze del ponte dello Scout e nel nuovo tratto del Parco del Mare.

Si sono conclusi, lo scorso mese di aprile, tutti gli interventi programmati per la messa a dimora delle nuove alberature. Una pianificazione, progettata come ogni anno, su tutto il territorio, per l’inverno 2023-2024.

Le piantumazioni sono avvenute nel rispetto delle linee ambientali predisposte dall’Amministrazione e seguendo le necessità emerse anche dal tavolo di confronto con le associazioni ambientaliste. Una condivisione efficace che ha consentito – attraverso gli interventi attuati dalla società Anthea – di mettere a dimora complessivamente 480 nuove alberature. Non solo integrando le alberature mancanti lungo i viali, ma anche aumentando il numero delle piante presenti nelle aree verdi.

Gli interventi infatti, che hanno consentito di incrementare il patrimonio arboreo della città, hanno riguardato numerosi viali della città, tra cui: Regina Elena, Regina Margherita, Clementini, Crispi, Dei Mille, Lagrangia, Dell’Abete, Ceccaroni, Zangheri, Maestri Del Lavoro, Rosmini e Siracusa.

Tra le aree pubbliche e gli spazi verdi le piantumazioni sono avvenute nei parchi: XXV Aprile (Marecchia), Marcovaldo, Giovanni Paolo II (ex Cava), Via Perlasca, Pellesi, area canile Cerni, nelle adiacenze del ponte dello Scout e nel nuovo tratto del Parco del Mare.

Sono state diverse le specie di piante, scelte nel rispetto del regolamento verde vigente e tenendo conto anche dei cambiamenti climatici in atto. In particolare la scelta del materiale arboreo è ricaduta su prime scelte vivaistiche con caratteristiche adatte al contesto cittadino di Rimini. Una selezione finalizzata a migliorare l’ambiente e apportare i servizi ecosistemici necessari per la mitigazione ambientale e il miglioramento del comfort urbano. Tra le piante scelte ci sono: Tilia platyphyllos, Quercus robur, Ginkgo biloba, Acer pseudoplatanus, Quercus ilex, Fraxinus angustifolia, Pyrus calleryana, Carpinus betulus, Ligustrum lucidum, Cupressus sempervirens, Pinus pinea.

Nella pianificazione progettata sono comprese anche le 60 alberature messe a dimora nell’ambito dell’iniziativa “Regala un albero alla tua città”. Un progetto, la cui edizione 2023-24 si è conclusa nei giorni scorsi con la consegna degli attestati di ringraziamento. L’iniziativa ha registrato un buon riscontro fra i cittadini e si riproporrà anche per l’inverno 2024-2025. Al progetto possono aderire tutti i cittadini, aziende o associazioni che vogliono contribuire attivamente per incrementare il verde della città e migliorare lo spazio urbano.